logo-300x80.png Il sito di TopGan.it

La Bacheca del sito di TopGan da dove potete vedere quello che succede nel sito e potete postare quello che pensate e pubblicare i vostri articoli, annunci tutto gratuitamente.

Può Pubblicare Articoli o Messaggi solo un utente registrato.
Per Pubblicare un Articolo o Messaggio:
eseguire l'Accesso oppure creare un account.
  Annulla
  1. In data 30/01/2019 18:00:24 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Creato carburante liquido in grado di immagazzinare l’energia del Sole per 18 anni

    Abbiamo appena fatto funzionare il sistema. Ora dobbiamo assicurarci che tutto sia idealmente progettato

    Il più grande problema delle energie rinnovabili è lo stoccaggio. Qual è l’interesse nell’avere tanta energia solare o eolica quando non possiamo risparmiare in modo efficiente ed economico? Questo è il tallone d’Achille che ha catturato il grande progresso di questo tipo di energie. Tuttavia, ci sono alcune tecnologie che potrebbero presto risolvere il problema in un modo “intrigante”.

    Un team di scienziati in Svezia hanno sviluppato un fluido speciale. Si chiama combustibile solare termico e può essere utilizzato per immagazzinare energia dal Sole per più di un decennio.

    Il fluido è in realtà una molecola in forma liquida. Questa tecnologia è stata sviluppata molto tempo fa dagli scienziati della Chalmers University of Technology in Svezia.

    Questa molecola è composta da carbonio, idrogeno e azoto. Quando viene colpito dalla luce solare, fa qualcosa di insolito: i legami tra i suoi atomi vengono riadattati e diventano una nuova versione energizzata di se stesso chiamata isomero. Proprio come una preda viene catturata in una trappola, anche l’energia del Sole viene catturata tra i forti legami chimici dell’isomero. In questo modo, viene mantenuto anche quando la molecola si raffredda a temperatura ambiente.

    Una volta che l’energia è contenuta, immagazzinata, viene servita quando necessario. Per esempio, di notte o durante l’inverno, il fluido viene semplicemente estratto da un catalizzatore che restituisce la molecola alla sua forma originale, rilasciando energia sotto forma di calore.

    L’energia in questo isomero può essere conservata per 18 anni. E quando arriviamo per estrarre l’energia e usarla, otteniamo un aumento di calore maggiore di quanto osiamo aspettarci. Un prototipo del sistema energetico, collocato sul tetto di un edificio universitario, ha testato il nuovo fluido e, secondo i ricercatori, i risultati hanno attirato l’attenzione di diversi esperti della zona.


    Il sistema funziona in modo circolare

    .

    Quando si pompano attraverso tubi trasparenti, il fluido viene riscaldato dalla luce solare, trasformando la molecola di norbornadiene nel suo isomero che cattura il calore. Poco dopo, il fluido viene conservato a temperatura ambiente con una minima perdita di energia.

    Quando l’energia è necessaria, il fluido viene filtrato da uno speciale catalizzatore che converte le molecole nella loro forma originale, riscaldando il liquido a 63 gradi Celsius.

    Gli investigatori inseriscono il fluido in questo ciclo più di 125 volte, riscaldandolo e rilasciandolo senza danni significativi alla molecola.

    Tuttavia, c’è ancora molto margine di miglioramento. Con le giuste manipolazioni, gli scienziati capiscono che possono estrarre ancora più calore da questo sistema. Dicono che possono prendere almeno 110 gradi Celsius.

    C’è ancora molto da fare. “Abbiamo appena fatto funzionare il sistema. Ora dobbiamo assicurarci che tutto sia idealmente progettato”, concludono gli scienziati. Se tutto va come previsto, la tecnologia possa essere disponibile per uso commerciale entro 10 anni.


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  2. In data 29/01/2019 08:51:20 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Pensioni e Reddito di Cittadinanza: DECRETO-LEGGE 28 gennaio 2019, n. 4 in pdf

    Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni.


    Entrata in vigore del provvedimento: 29/01/2019


    Se non visualizzi il documento non si dispone di Adobe Reader o il supporto PDF in questo Web browser.
    Clicca qui per scaricare il PDF.


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  3. In data 28/01/2019 18:53:18 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png
    Logo

    Catena di supermercati per il commercio al dettaglio di alimentari, in Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna." /><meta name="viewport" content="width=device-width, minimum-scale=1, maximum-scale=1, user-scalable=no" /><link rel="stylesheet" href="https://maxcdn.bootstrapcdn.com/font-awesome/4.4.0/css/font-awesome.min.css" /><link rel="stylesheet" href="https://fonts.googleapis.com/css?family=Libre+Baskerville:400,400italic,700" /><link href="/resources/css/allCss?v=6_gF_iDETuWNeDFLZBtuQEvye3q8zzrUwgPaDMmrgac1" rel="stylesheet

    Bennet assume a Torino: l’azienda cerca personale per i punti vendita di città e provincia


    L’azienda, nota su tutto il territorio nazionale come leader nel settore della Grande Distribuzione Organizzata, è alla ricerca di diverse figure professionali, da destinare ai punti vendita della città e della provincia.

    Le posizioni aperte dall’azienda sono le seguenti:

    – Addetti ipermercato;

    – Allievi Direttori di Punto Vendita;

    – Apprendisti addetti vendita;

    – Cassieri;

    – Farmacisti.

    I candidati verranno inseriti nelle sedi di Torino (via Giordano Bruno, via Orvieto e via San Paolo), Carmagnola, Caselle Torinese, Castellamonte, Chivasso, Ciriè, Ivrea, Nichelino, Pavone Canavese e Settimo Torinese.

    Per potersi candidare è obbligatorio seguire la procedura online.

    Per ulteriori dettagli e informazioni è possibile consultare il sito di Bennet all’apposito indirizzo https://www.bennet.com/azienda/lavoraConNoi.aspx. Qui è possibile anche prendere visione delle posizioni aperte dalla Bennet in altre province del Piemonte.

    Una opportunità di occupazione per coloro che sono alla ricerca di un impiego e intendono lavorare nei supermercati. I numerosi store sparso in città e in provincia sono costantemente alla ricerca di personale da inserire, pertanto la catena propone con una certa frequenza delle posizioni da ricoprire. Le offerte si rivolgono prevalentemente a giovani, anche senza esperienza, anche se viene tenuto conto di profili con ogni caratteristica.


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  4. In data 28/01/2019 08:55:48 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    La magia delle Terre Ballerine, un bosco curioso in provincia di Torino


    In provincia di Torino, a Montaldo Dora, nei pressi di Ivrea, c’è un bosco curioso, ma allo stesso tempo magico: le cosiddette Terre Ballerine.
    Si tratta di un posto davvero incantato dove il terreno e le piante sembrano danzare.
    Ma la domanda che tutti ci poniamo è: la terra danza davvero?
    La risposta è sì e c’è una spiegazione scientifica.
    Infatti, la struttura geologica dell’area conferisce al terreno circostante un’enorme elasticità che consente di saltarci sopra come su un grande materasso elastico.
    Proprio per questo motivo, danzando o saltando su questa porzione di terreno si ha come l’impressione che il suolo, gli alberi, le foglie e altre piante ballino.
    Scientificamente parlando, questa danza della terra non avrebbe nulla di misterioso o di soprannaturale.
    Di fatto, il territorio su cui poggia il bosco di Montalto Dora è una torbiera, ossia un lago esaurito, sul cui fondo, negli anni, si sono depositati animali morti, vegetali ed altro materiale organico. A causa della mancanza di ossigeno, il lago si è trasformato prima in uno stagno più in una palude ed, infine, in una torbiera.
    La creazione del fenomeno delle terre danzanti è opera dello strato d’acqua che si trova sotto la torbiera.
    L’origine di questa torbiera deriva dal prosciugamento di una parte del Lago Coniglio. Il processo è avvenuto in parte naturalmente ed in parte artificialmente, nel 1895, ad opera di François Balthazard Mongenet.
    L’uomo utilizzava la torba come materiale combustibile per le proprie industrie siderurgiche.
    Tra il 1400 e l’800 a.C. su quel terreno sorgeva un villaggio di palafitte. A testimonianza di ciò ci sono i ritrovamenti di alcuni reperti archeologici rinvenuti durante i lavori di prosciugamento.
    Dunque, se volete provare l’esperienza unica di danzare con la natura, le Terre Ballerine sono il luogo perfetto.

    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  5. In data 27/01/2019 15:59:05 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Carlevé ed Turin 2019, si parte a febbraio con la tradizionale sfilata inaugurale


    Torino si prepara al Carnevale. Il Carlevé ed Turin 2019, organizzato dalla Pro Loco locale sotto l’egida di Agis Anesv e Comune, prenderà il via il prossimo 3 febbraio con la consueta sfilata inaugurale, in programma alle 15, che da piazza Castello giungerà al Parco della Pellerina dove troveranno sede il Luna Park e la Fiera dei Vini.

    Un mese di festeggiamenti che annovera numerosi appuntamenti, per la gioia di grandi e piccini: una grande attrazione che richiama ogni anno migliaia di spettatori - in media 130mila alla sola sfilata principale e 500mila tra tutti gli eventi - e che rappresenta per le Pro Loco e i comitati che organizzano il Carnevale nelle varie località, una preziosa passerella promozionale. 

    Gli appuntamenti da non perdere

    Domenica 10 febbraio alle 15, ci sarà la grande sfilata di Carnevale sui tre corsi attorno al Luna Park, con la partecipazione di Bande Musicali, Majorettes, Gruppi carnevaleschi a piedi, maschere e personaggi dei Carnevali piemontesi guidati da Gianduja e Giacometta, maschere ufficiali del Carlevè ed Turin e, naturalmente, una ricca selezioni di carri allegorici in rappresentanza dei Carnevali del Piemonte. 

    Domenica 17 febbraio si svolgerà l'attesa Bike Carnival 2019, tradizionale stracittadina cicloturistica gratuita per famiglie con partenza alle 15 da Piazza Castello e arrivo alla Fiera dei Vini mentre domenica 24 febbraio alle 15, toccherà alla “Carnival Street Parade” 2019, la sfilata delle Bande Musicali in maschera e costume e Gruppi Majorettes da piazza Castello alla Pellerina.


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

Pagine: pre 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 next last Pagine Totale: 246   

capabarra21lg.gif

LE TUE MANI

Grande è la gioia che provo quando posso stringere le tue mani.
Sento esprimere tutte le cose che non mi hai mai detto,
sento che ancora mi vuoi bene,
anche se non te l'ho mai chiesto.
Nelle tue mani ho messo il mio cuore
e tutto l'amore vero e sincero.
Il tempo è passato ma il mio sentimento non è mai cambiato è ancora forte e vivo.
Spero ancora di stringere le tue mani,
sentire che col pensiero mi sei vicina.
Ti prego! non negarmi la gioia di un tuo saluto
e la speranza che un giorno non lontano,
ancora io possa stringere le tue mani.

capabarra39ec.gif e-mail0.gif posta.jpg