logo

Clicca sul bottone del social in cui vuoi condividere

In data 01/05/2020 10:10:56 a pubblicato
TopGan
TopGan

Mi piace
OK

COVID-19: Il piano degli esperti che non hanno detto e non dicono.

Analizzando i dati e quello che è successo e che si continua a perseguire si spiega il piano nascosto degli esperti nei confronti di questa pandemia che non si è avuta il coraggio di dire. Quello di raggiungere l’immunità di gregge senza collassare Il servizio sanitario in disastro.

Dall'inizio dell’emergenza abbiamo visto che il servizio sanitario non si è indirizzato sul contenimento della diffusione del virus con i Tamponi, ma si e giustamente preoccupata ad aumentare i posti letto e le terapie intensive

In seguito vedendo che comunque era impossibile stare al passo con il numero dei pazienti che necessitavano di ospedalizzazione si è intervenuti a diminuire non ha fermarlo, con la limitazione della libertà di movimento sulla popolazione metodo la restrizione e ben consapevole che non serve a contrastare la diffusione ma serve a rallentare la diffusione e diminuire i pazienti in ospedale.

Vedendo che ancora si aveva problemi di posti letto ecco che non viene prese la decisione di trovarli in case vuote, hotel o strutture in disuso, ma si decide di mandarli nella RSA, consapevoli che il provvedimento si utile a liberare posti letto negli ospedale, ma non comunque ad impedire più di tanto la diffusione del virus come previsto dal piano segreto.

Questo giustifica intestardente mente all'utilizzo dei test sierologici, “anche se molti tecnici continuano a dire che i test sierologici non sono utili a fermare il contagio ma servono solo a stabilire quanti cittadini hanno formati gli anticorpi e pertanto divenuti immuni, (anche se non sanno nemmeno loro se questo sia vero)” a perseguire questo piano. Una volta che si sa questo dato sapremo quale sia il rischio nelle aperture delle restrizioni, cosa significa che se più della maggioranza della popolazione ha gli anticorpi, vuol dire che più della meta ha raggiunto l’immunità di gregge.

L’Apertura ecco perché non può avvenire immediatamente visto che la maggioranza della popolazione ancora non ha raggiunto l’immunità di gregge, e nemmeno si può pensare di aprire le zone dove il virus e poco diffuso visto che qui ci sono la maggioranza delle persone che non hanno gli anticorpi e pertanto infettatili. Il paradosso e che vedremo che si apriranno invece quelle regioni dove la popolazione ha raggiunto più della metà l’immunità.

Ora vediamo che le regioni che a quando pare non sono a conoscenza di questo piano sono in confusione e non si spiegano perché non si apre dove ci sono pochi contagi, visto che questa chiusura e messo inginocchio il settore economico, il quale anche loro inconsapevoli del piano segreto fanno pressione per non morire di fame e non fallire.

Tutto quando esposto e sostenuto dai fatti che si sono susseguiti ed ora anche da molte interviste ad esperti che finalmente anche se continuano a nascondere ma si capisce chiaramente di questo piano segreto. Solo Boris Johnson ;ha avuto il coraggio inizialmente di dichiararlo per poi attaccato da tutti fare marcia indietro nascondendo anche lui.

COVID-19: Il piano degli esperti che non hanno detto e non dicono.
Questo post piace a: 2 Persona/e
  1. TopGan
  2. Florentina Trifonova
4000 caratteri rimanenti

Questo post ha prodotto un commento.

  1. TopGan commentata il 01/05/2020 11:01:25:

    Ma voi avete capito che tutta questa strategia e servita solo a nascondere le difficoltà della sanità, per rallentare però cosi facendo si è distrutta l'intera economia del paese diminuendo solo leggermente i morti, perché comunque dobbiamo raggiungerli e in agonia piano piano.

Può lasciare commenti solo un utente registrato.
Per lasciare un commento, eseguire l'Accesso oppure creare un account.