logo
Newseletter Accedi Registrazione Lavora Con Noi Aiuto


topgan gmail facebook twitter linkedin instagram

logo in movimento
Logo
sito

Clicca sul bottone del social in cui vuoi condividere

In data 30/03/2021 07:41:14 a pubblicato
TopGan
TopGan

Mi piace
OK

Covid, la Svizzera non autorizza il vaccino Astrazeneca


La confederazione elvetica non ritiene sufficienti i dati presentati

La Svizzera non autorizza, per il momento, il vaccino Astrazeneca anti-Covid, in quanto "i dati finora disponibili e analizzati non sono ancora sufficienti per procedere con un'omologazione. Occorrono ulteriori dati di nuovi studi per ottenere informazioni sulla sicurezza, sull'efficacia e sulla qualità".

La Swissmedic , l'agenzia del farmaco svizzera, l’ente che rilascia le autorizzazioni all'immissione in commercio di qualsiasi prodotto, ha dichiarato che sono necessari ulteriori studi prima di autorizzare il vaccino anti-Covid di AstraZeneca.

"Dati di nuovi studi sono necessari per valutare ulteriormente la sicurezza, l'efficacia e la qualità", scrive Swissmedic in un comunicato stampa, mentre il vaccino è già autorizzato in molti paesi, inclusa l'Unione Europea.

"Tenendo conto dei dati finora esaminati, il comitato consultivo di esperti esterni (HMEC, Human Medicines Expert Committee) di Swissmedic ha stimato nella sua riunione straordinaria del 2 febbraio 2021 che i dati attualmente disponibili non consentono ancora di giungere a una conclusione sul rapporto rischio-beneficio per questo vaccino".

Swissmedic chiede dunque ulteriori dati sull'efficacia di questo prodotto e attende lo studio di fase III attualmente in corso in Nord e Sud America. "Non appena i risultati saranno disponibili, potrebbe essere rilasciata un'autorizzazione a tempo determinato nell'ambito di una procedura con trasmissione continua dei dati". Dichara l'agenzia svizzera.

Swissmedic ha già autorizzato il vaccino anti-Covid di Pfizer / BioNTech e quello di Moderna. La campagna di vaccinazione è iniziata alla fine di dicembre in Svizzera. Lo stato ha dichiarato di aver firmato un contratto con la società farmaceutica tedesca Curevac e il governo svedese per la consegna di cinque milioni di dosi di vaccino. Non solo. E' stato anche stiipulato un contratto preliminare per sei milioni di dosi con l'americana Novavax.

"I cittadini svizzeri avranno quindi accesso a due vaccini aggiuntivi a condizione che le fasi dei test clinici abbiano esito positivo e che Swissmedic conceda la sua autorizzazione", si legge in un comunicato del Ministero della Salute svizzero il quale precisa che già sei milioni di dosi aggiuntive del vaccino Moderna sono garantite per la popolazione.

Questo post piace a: 3 Persona/e
  1. TopGan
  2. Giuseppe Cappiello
  3. Aricia
4000 caratteri rimanenti

Questo post ha prodotto un commento.

  1. TopGan commentata il 31/03/2021 07:28:43:

    Il vaccino anti-Covid di AstraZeneca ha cambiato il nome, in "Vaxzevria". Il cambio di denominazione è stato all'approvato dall'Ema il 25 marzo a seguito di una richiesta da parte del gruppo farmaceutico anglo-svedese, si legge nel sito dell'agenzia europea del farmaco, in cui è stato pubblicato anche il nuovo bugiardino del farmaco. Tra gli effetti collaterali, vengono aggiunti i rarissimi casi di trombosi. "Dare un nome a un farmaco nuovo è una consuetudine. Ed è un processo che avviene in maniera separata dall'approvazione normativa e regolatoria del farmaco stesso". E' quanto fa sapere AstraZeneca in merito alla denominazione decisa del vaccino, che sara' chiamato Vaxzevria. "La sigla 'Covid-19 AstraZeneca vaccine', non era il nome del farmaco. Ora ha un nome che come prassi è stato registrato", precisa l'azienda.

Può lasciare commenti solo un utente registrato.
Per lasciare un commento, eseguire l'Accesso oppure creare un account.