logo
Newseletter Accedi Registrazione Lavora Con Noi Aiuto


topgan gmail facebook twitter linkedin instagram

logo in movimento
Logo
sito

La Bacheca del sito di TopGan da dove potete vedere quello che succede nel sito e potete postare quello che pensate e pubblicare i vostri articoli, annunci tutto gratuitamente.
Se volete condividere in questa bacheca il vostro sito o articolo e una pagina inserite questo codice qui sotto nel vostro sito o pagine da condividere e poi basta un click e tutto sarà condiviso.

Modificate la parte dove dice: Url della tua pagina con l’url da condividere.

<a title="Aggiungi a TopGan" rel="nofollow" target="_blank" href="https://www.topgan.it/sharing?url=Url della tua pagina"><img style="width: 100%" src="https://www.topgan.it/Images/topgan-logo-255x252.png" alt="topgan"></a>

Nuovo Post
annulla
  1. In data 30/08/2016 19:50:20 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    METEO IMPAZZITO: A COLLEGNO LA GRANDINE DIVENTA UN LETTO DI GHIACCIO / GUARDA LE FOTO


    COLLEGNO – La forte perturbazione di stanotte ha provocato un evento strano a Collegno: nel sottopasso di via Venaria, lo scambio termico ha ghiacciato la grandine. Una cosa davvero insolita, considerando che siamo ancora a fine agosto






    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 2 Persona/e
    1. TopGan
    2. Tek Service

    Nessuno ha commentato questo post

  2. In data 30/08/2016 19:36:51 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Clandestini, la Svizzera fa sul serio: schierati esercito e carri armati al confine con l’Italia


    LONDRA – La decisione del governo austriaco di schierare le truppe al confine per fermare l’afflusso di immigrati arrivati in Italia e lasciati dal governo Renzi fuggire, molti senza neppure averne individuato l’identità, oltre le frontiere austriache, non e’ affatto un caso isolato e adesso un altro paese sta prendendo provvedimenti simili.

    Pochi giorni fa alcune agenzie di stampa hanno riportato la notizia che la Svizzera sta prendendo provvedimenti per fermare l’afflusso di immigrati che potrebbero arrivare sul suolo svizzero qualora l’Austria decidesse di chiudere il passo del Brennero. La questione è molto seria, in quanto fossero sbarrati ai migranti in modo severo i varchi verso l’Austria come lo sono già verso la Francia, alle orde africane non resterebbe altro da fare che provare a invadere la Confederazione Elvetica.

    E proprio per impedire una catastrofica eventualità del genere, la Svizzera e’ pronta a schierare i carri armati al confine con l’Italia e duemila soldati elvetici sono pronti a intervenire in tempi rapidissimi qualora la situazione lo richiedesse.

    Infatti, è ormai di dominio pubblico in Svizzera – anche se in Italia nessuno ne parla e figuriamoci se ne scrive – la notizia che governo svizzero ha preso cosi’ seriamente questa minaccia che ai soldati sono state sospese le ferie estive cosi’ da poter intervenire in tempi rapidi. E sono previste esercitazioni lungo le linee di confine con l’Italia di brigate corazzate.

    A rivelare l’esistenza di questo piano e’ stato Norman Gobbi, responsabile sicurezza del Canton Ticino, il quale ha spiegato che il suo paese e’ pronto a ogni azione per difendere i confini ed evitare l’invasione della Svizzera provocata dalla sciagurate politiche migratorie del governo italiano.

    Sara’ interessante vedere come reagiranno i ministri del governo Renzi a questa notizia, ma quel che e’ certo e’ che con la rotta balcanica ormai fuori uso e i confini svizzeri e austriaci chiusi l’unico paese che paghera’ un prezzo elevato per queste politiche folli e’ proprio l’Italia.

    Se saranno confermate le previsioni di non meno 300.000 africani in arrivo in Italia dalla Libia in questa estate del 2016, sarà un disastro enorme, e il fatto che tanto la frontiera con l’Austria quanto quella con la Svizzera siano presidiate a eserciti in armi, alzerà ancor di più la tensione.

    Sono purtroppo facilmente prevedibili incidenti che potrebbero causare vittime. Nel frattanto, dalla Libia a migliaia i clandestini africani continuano ad arrivare in Italia trasbordati addirittura dalla Marina Militare italiana. Seimila sono sbarcati solo settimana scorsa e nessuno di essi ha diritto di soggiorno o di accoglienza come profugo in Europa in quanto nessuno lo è.

    Per capire quanto lucroso sia il business dell’immigrazione per le i trafficanti, basta sapere che perfino dalle coste del lontano Egitto partono barconi stracarichi di clandestini. Quattro, tra ieri e oggi sono affondati e forse 400 clandestini sono morti annegati.

    Se il governo italiano si comportasse come quello della Svizzera e dell’Austria, invece di andarli a prendere ne impedirebbe la partenza tanto quanto gli eserciti austriaci e svizzeri ora impediranno l’arrivo di clandestini nelle loro nazioni. Il risultato sarebbe che non morirebbe più nessuno annegato in mare. Ma non sembra che al governo italiano importi. Anzi, sembra il contrario: sembra che consideri i morti annegati un danno collaterale, un prezzo da pagare pur di favorire l’invasione dell’Italia.



    Immagine Post
    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 2 Persona/e
    1. TopGan
    2. Tek Service

    Nessuno ha commentato questo post

  3. In data 30/08/2016 07:18:40 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Nubifragio su Torino e provincia, oltre 300 chiamate ai vigili del fuoco

    Chicchi di grandine grossi come cipollotti. Criticità in precollina, a Collegno e a Moncalieri

    Una violenta tempesta si è abbattuta per un'ora sulla città e sulla provincia stasera, lunedì 29 agosto.

    Come previsto dai meteorologi, una fortissima scarica di pioggia e chicchi di grandine grossi anche come cipollotti hanno allagato tutti i quartieri di Torino e gran parte della prima cintura, con maggiori criticità a Collegno, Rivoli, Grugliasco, Nichelino, Moncalieri, Chieri e Trofarello.

    Superlavoro per i vigili del fuoco: al comando provinciale di corso Regina Margherita sono arrivate 300 chiamate in pochi minuti e una ventina di squadre hanno battuto il territorio per risolvere le principali criticità.

    Alberi sono caduti in corso Raffaello, corso Svizzera e a Rosta.

    Un soffitto è caduto in un edificio di via Carlo Alberto.

    Allagate numerose strade, cantine e negozi.

    Al momento, però, non si registrano feriti.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 2 Persona/e
    1. TopGan
    2. Tek Service

    Nessuno ha commentato questo post

  4. In data 30/08/2016 07:09:28 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    LA SARDEGNA E’ A RISCHIO SPROFONDAMENTO MA IN POCHI LO SANNO…LEGGETE QUI!

    La Sardegna non sarà una regione sismica, ma è comunque una regione a rischio sprofondamento naturale. Se ne parla poco, ma è proprio così. La nostra Isola è fra le regioni più colpite dai fenomeni di sprofondamento naturale, insieme a Campania, Puglia e Lazio. Questo dato arriva da una indagine dell’Ispra, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, che ha recensito le voragini di tipo naturale in tutta Italia e i sinkholes, cioè le depressioni naturali cioè buchi che si formano nelle superfici terrestri causati da processi carsici.

    Nella nostra Regione sono state individuate finora 45 aree a rischio sinkhole, ben 27 localizzate nelle zone minerarie metallifere e lignitifere del Sulcis-Iglesiente. Per quel che riguarda il monitoraggio e lo studio dei sinkholes antropogenici nelle aree urbane, Cagliari è in cima alla classifica delle città più a rischio, insieme a Roma, Palermo e Napoli.

    Questi dati ci mettono in guardia sulla pericolosità di questi fenomeni, soprattutto in una terra come la Sardegna dove non sono pochi i fenomeni di abusivismo edilizio e disviluppo indiscriminato di nuove costruzioni. Sono quindi tante le situazioni da tenere sotto controllo. La Regione Sardegna ha infatti realizzato una normativa ad hoc che prevede sia il monitoraggio delle aree edificate che di quelle su cui si intende costruire.

    Vi segnaliamo per approfondire l’argomento due pubblicazioni proprio dell’Ispra, che trovate qui di seguito:

    I SINKHOLES IN SARDEGNA

    “I SINKHOLES DEL SULCIS IGLESIENTE”. CASI DI STUDIO E RUOLO DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 2 Persona/e
    1. TopGan
    2. Tek Service

    Nessuno ha commentato questo post

  5. In data 29/08/2016 11:50:10 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Malore mentre fa il bagno a Cesenatico, muore un torinese di 70 anni

    Un torinese di 70 anni in vacanza a Cesenatico (Forlì Cesena) è stato ucciso da un malore mentre faceva il bagno nel pomeriggio di ieri, domenica 28 agosto.

    L'uomo era al primo giorno di vacanza: era arrivato nella località rivierasca con un gruppo di anziani.

    Il dramma poco dopo le 16,30, quando l'uomo era appena entrato in acqua.

    Immediatamente si è attivato il personale di salvataggio, che ha portato l'anziano sulla battigia.

    Inutile il massaggio cardiaco, per cui è stato utilizzato anche un defibrillatore prima da persone presenti sul posto e poi dai sanitari del 118.

    Sul posto, per i rilievi di legge, i militari della capitaneria di porto.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 2 Persona/e
    1. TopGan
    2. Tek Service

    Nessuno ha commentato questo post

Pagine: first pre 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 next last T.: 284

capabarra21lg.gif

LE TUE MANI

Grande è la gioia che provo quando posso stringere le tue mani.
Sento esprimere tutte le cose che non mi hai mai detto,
sento che ancora mi vuoi bene,
anche se non te l'ho mai chiesto.
Nelle tue mani ho messo il mio cuore
e tutto l'amore vero e sincero.
Il tempo è passato ma il mio sentimento non è mai cambiato è ancora forte e vivo.
Spero ancora di stringere le tue mani,
sentire che col pensiero mi sei vicina.
Ti prego! non negarmi la gioia di un tuo saluto
e la speranza che un giorno non lontano,
ancora io possa stringere le tue mani.

capabarra39ec.gif e-mail0.gif posta.jpg