Condividi: facebook twitter

Lettere - 26 dic 1999

Una Donna Incredibilmente Meravigliosa

26 dic 1999

laser

Amore mio,
Delizia e Gioia di tutti i miei sensi, vorrei c’ovunque Tu fossi i miei sentimenti ti raggiungessero e lambissero le tua labbra, teneramente accarezzandone la pelle rosea profumata e vellutata.
Bramo oggi più che mai i tuoi baci e le tue carezze, com’anche la tua voce, il respiro tiepido, e l’albore delle tue iridi il cui abisso e l’intensità mi imprigionano in un miraggio bellissimo…
Dall’ultimo istante in cui udii le tue parole soavi e gioiose, anche se il tuo corpo infreddolito desiderava le mia braccia com’io le tue, sin oggi il mio cuore palpita, palpita forte di passione e anela di vederti affinché possa, fra un bacio ed il successivo e quello dopo ancora…senza fine, raccontarmi tutto quello che hai fatto e detto.
Vorrei sapere come hai trascorso la Vigilia ed in quale modo hai trascorso la serata a casa di Un Amico con la sua famiglia. Chissà se avete riso e scherzato, se avete dialogato dei vostri bei ricordi, del futuro, ed anche di me! Chissà se i suoi genitori hanno nuovamente dispensato consigli, riflessioni, giudizi, interrogativi, dubbi o certezze, gioie o malinconie. Chissà se avete giocato o guardato la televisione, oppure ascoltato musica, ballato. Chissà quante parole, quanti discorsi, quante emozioni, quante sensazioni, quanti regali e sorprese. Vorrei veramente che Tu abbia trascorso una serata serena e tranquilla, senza dimenticare che io ti amavo anche in quelle ore come ti amo in questo preciso istante!!
Chissà a che ora sei tornata a casa ed hai posato il tuo viso sul quel fortunato guanciale che tanto spesso ho desiderato…essere, per poter carezzare le tue guance! Fortunate anche quelle lenzuola che sfiorano quasi interamente il tuo corpo!
In quelle ore Io ho desiderato tantissimo che tu ed io fossimo insieme, su una spiaggia tropicale, distesi sotto una palma gigante, accovacciati l’un nell’altra, guardando di tanto in tanto l’oceano ed il cielo azzurri e limpidi come mai, mentre ci coccolavamo, fra baci e carezze ovunque, senza sosta…
Da allora il mio cuore non ha mai smesso d’essere emozionato come il primo giorno che mi baciasti…ed indossavi la gioia, un maglione arcobaleno! Vorrei averlo…è stupendo!
Amore, non ti ho mai chiesto il perché tu abbia voluto o preferito trascorrere questa Vigilia a casa di quel amico ma so con certezza che ho sempre assoluta fiducia e rispetto nelle tue decisioni e nelle tue idee.
Presumo che le alternative fossero peggiori e che mettendomi al corrente di tale scelta, mi dimostravi la tua sincerità ed a tua volta mi chiedevi una dimostrazione d’amore e sicurezza, fede! Di questo non devi avere alcun dubbio, ma come tutti gli esseri viventi anch’io sono “imperfetto”, essendo umano.
Ti confesso dunque che saperti ove eri, quella sera particolare, mi ha leggermente tenuto all’erta nella speranza che nulla potessi accaderti e che nulla di negativo potesse succedere riguardo Noi!
Forse sono sciocco, banale e troppo apprensivo, ma ti amo e pensarti è spontaneo quanto respirare.
Mi sono trascinato questi pensieri sino al giorno di NATALE, vero e proprio. Poi però mi sono rasserenato nel momento in cui ho fatto la Comunione, durante la Santa Messa, in Chiesa. Nel momento in cui ho ricevuto il Signore dentro di me, la mia Anima è stata pervasa da una magnifica sensazione di pace ed armonia, Gioia immensa!!! La mia Anima sembrava spandersi, illuminarsi…ed all’inizio avevo il timore che tutti mi osservassero come se il mio viso fosse “in fiamme” …
Dentro di me ogni piccola traccia di tristezza e paura era svanita, lasciando spazio ad un autentica sensazione di felicità, credo sia Amore…
Amore per la vita !!!
Quella stessa vita che anche tu stai vivendo, la stessa che Dio ci ha donato, la stessa che molte persone non sanno apprezzare o rispettare !!!
In quel momento e tuttora ti penso e ti vedo … TI AMO, donna virtuale e ti desidero immensamente !!!
Avrei voluto raggiungerti per abbracciarti e farti partecipe dei miei pensieri. In questi giorni sento spesso parlare di papà, ed io stesso ne parlo in modo più sereno e meno emotivamente, senza lasciarmi travolgere dalla drammaticità e disperazione della morte.
Ho riletto molte tue lettere, ed in particolare la seconda in cui mi avevi scritto la bella Preghiera di S. Agostino. Ricordi ? Sicuramente… GRAZIE, amore mio…
Ieri ho sperato molto in una tua telefonata, ma mi sarei anche accontentato di un solo squillo, o un messaggio breve. E’ stato un susseguirsi di amici e parenti, e via via…miriadi di messaggi, squilli, e-mail, visite, parole, frasi ripetute, emozioni…
Quasi tutti hanno chiesto di te, di Noi…del nostro NATALE, dei nostri doni, dei nostri progetti !!!
So che anche tu mi avrai pensato molto e che avrai desiderato chiamarmi, darmi un segno d’amore, ma so anche delle difficoltà e dei problemi.
Vorrei dirti una cosa sola:
“Tutto quello che vuoi avrai se davvero lo vorrai. Nel paese della Felicità si và a cavallo della volontà “
Se vogliamo dipingere un quadro, raffigurando la natura della vita, dovremo includere TUTTI i colori ed utilizzare diverse tecniche di pittura…Un quadro senza nero, senza viola o senza verde è sempre incompleto!
TI AMO ……………….Un abbraccio ed tantissimi Bacioni,

successiva