logo
Newseletter Accedi Registrazione Lavora Con Noi Aiuto


topgan

logo in movimento
Logo
sito

La Bacheca del sito di TopGan da dove potete vedere quello che succede nel sito e potete postare quello che pensate e pubblicare i vostri articoli, annunci tutto gratuitamente.

Nuovo Postscrivi un post
annulla
  1. In data 25/06/2017 18:52:15 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Giornalista freelance “distrugge” la Lorenzin – Il video che stanno condividendo tutti i genitori!


    SONO UNA FREELANCE MA OGGI RISPONDO COME MAMMA ALLA NOTIZIA DEL BAMBINO MALATO DI LEUCEMIA E MORTO PER COMPLICANZE DA MORBILLO. C’È ANCHE UNA DOMANDA PER IL MINISTRO LORENZIN E PER I SENATORI CHE STANNO VALUTANDO IL DECRETO.

    I suoi dubbi, la sua amarezza, le sue preoccupazioni, sono condivise da decine di migliaia di genitori in ansia per ciò che la Lorenzin e questo Governo vorrebbero fare ai nostri figli.

    Fin quando i politici ci tolgono i soldi, il lavoro, le pensioni, l’istruzione possiamo anche continuare a far finta di nulla. Ma non toccateci la salute dei nostri figli.

    AGGIORNAMENTO: riportiamo il post che la Miotti ha scritto sul suo Facebook dopo che il video è diventato virale:

    “Prima che qualcuno usi il mio video per strumentalizzazioni politiche desidero dare due semplici informazioni.

    SOno italo-austriaca. Sono freelance iscritta alla FLIP Free Lance International Press. Per questo non mi trovate nell’albo dei giornalisti italiani. Della FLIp fanno parte persone come Giorgio Fornoni (Report) o Antonio Russo morto in Georgia dove si trovava per seguire il conflitto ceceno. 
    In confronto a questi due illustri uomini io non sono NULLA. Come freelance mi sono occupata di viaggi e cultura. Oggi sono MADRE e MOGLIE. E il mio video è stato postato con questa etichetta. Se proprio volete appiccicarmene una.
    sono una MADRE. NOn bisogna essere giornalisti per chiedere la Verità.
    Non mi interesso di politica e ho semplicemente chiesto al Ministro Lorenzin e ai Senatori che stanno discutendo il Decreto Legge quali siano gli studi scientifici su cui si sono basati per decidere di imporre 12 vaccini obbligatori.
    Ho chiesto titolo delle pubblicazioni, autori e data di pubblicazione.
    Non voglio distruggere nessuno. Ho solo sete di Verità.
    Mi sono discostata dai giornalisti che come avvoltoi hanno speculato sulla morte di un bambino.
    E ho sentito il bisogno viscerale di scusarmi con i genitori. Perchè faccio parte della categoria.

    Questo è tutto.

    E spero che vengano presto resi noti gli studi scientifici riguardanti la somministrazione di 12 vaccini in età pediatrica. COn analisi degli effetti collaterali e rapporto statistico rischi/benefici. E sulle sostanze contenute nei vaccini che verranno imposti per legge se passa il Decreto.

    Auguro a tutti, TUTTI, anche a coloro che mi insultano un felice fine settimana”.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  2. In data 23/06/2017 19:06:18 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Siccità, allarme acqua in molte Regioni: dichiarato lo stato d’emergenza a Parma e Piacenza

    Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni, ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza nel territorio delle Province di Parma e Piacenza, in conseguenza della crisi idrica in atto, dovuta a un lungo periodo di siccità a partire dall’autunno 2016, aggravato dalle elevate temperature estive e dai rilevanti afflussi turistici che hanno determinato un considerevole aumento delle esigenze idropotabili. Lo rende noto il comunicato stampa del Cdm.

    Anche la Sardegna chiede stato calamità naturale per la siccità

    La delibera sulla dichiarazione dello stato di calamità naturale in Sardegna, dovuto al perdurare della siccità nella regione, è adesso nelle mani del ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina. A consegnarla è stato ieri l`assessore dell`Agricoltura, Pier Luigi Caria, durante una riunione sulla riorganizzazione delle attività di Agea (Agenzia nazionale per le erogazioni in agricoltura) a cui hanno partecipato gli assessori delle altre regioni italiane coperte dal sistema nazionale. Sulla scia dell’atto presentato dalla Sardegna si è posizionata la Regione Toscana, anche essa duramente colpita dal fenomeno siccitoso, e poi l’Emilia Romagna che ha già deliberato sulla crisi idrica, e il Friuli Venezia Giulia.
    “Affrontare questo percorso al fianco di altre Regioni non può che rafforzare la richiesta di stato di calamità che abbiamo licenziato martedì in Giunta – ha osservato Caria -. Una richiesta che dal confronto con gli altri assessori regionali dell`Agricoltura sembra sarà avviata anche da altri territori”.
    In occasione della sua relazione, l`esponente della Giunta Pigliaru ha ricordato la condizione di estrema gravità in cui versa tutto il comparto agro-zootecnico isolano. “Ho spiegato al Ministro – ha precisato il titolare dell`Agricoltura – che, prima della siccità, il nostro mondo delle campagne è stato vittima di altri pesanti eventi calamitosi: dalle nevicate e dalla tromba d`aria di gennaio alle gelate di aprile. Un mix di criticità che, per quanto riguarda il settore ovicaprino, si somma al basso prezzo del latte pagato alle nostre 11mila aziende pastorali. Adesso è chiaro a tutti in che condizioni versa uno dei comparti più importanti della nostra Isola”.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  3. In data 19/06/2017 18:48:51 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    San Giovanni, arriva la conferma: sì ai festeggiamenti e ai fuochi d'artificio

    La sindaca Appendino: "Le celebrazioni rappresenteranno per la città un nuovo inizio"

    I festeggiamenti di San Giovanni a Torino si svolgeranno regolarmente come ogni anno, con il tradizionale spettacolo pirotecnico. 


    Il calendario degli eventi e in particolare i fuochi d'artificio erano stati messi in dubbio, nei giorni scorsi, dopo la notizia della morte di Erika Pioletti, la donna di Domodossola rimasta ferita lo scorso 3 giugno in piazza San Carlo. I fuochi artificiali, ad impatto contenuto rispetto all'anno scorso, dureranno complessivamente 32 minuti.


    "In questi giorni si è dibattuto molto a riguardo delle celebrazioni di San Giovanni - ha dichiarato la prima cittadina Chiara Appendino -. Abbiamo letto e ascoltato tanti pareri e opinioni, favorevoli e contrari. Un sindaco, però, ha il dovere di tracciare un percorso e per questo, insieme alla Giunta, abbiamo deciso che le celebrazioni di San Giovanni si svolgeranno nel modo tradizionale e rappresenteranno per la città un nuovo inizio". 


    UN MOMENTO PER ERIKA - Durante il tradizionale Farò del 23, verrà dedicato un momento a Erika. Il direttore del Salone del Libro, Nicola Lagioia, leggerà un brano, ricordando la sfortunata ragazza. "Torino è una città che ha sempre saputo reagire alle difficoltà, conservando la memoria del passato ma con lo sguardo rivolto al futuro - ha aggiunto Appendino -.


    Così, quest’anno, San Giovanni sarà lo spartiacque tra ciò che è stato e ciò che sarà, perché se è vero che non possiamo tornare indietro e cambiare il passato, è altrettanto vero che possiamo tutti iniziare - ora - a costruire un nuovo futuro. Torino continuerà a vivere suoi eventi, a vivere le proprie piazze, ma lo farà in modo diverso, forte della dura lezione appresa in queste ultime settimane”.


    Un altro vertice sulla sicurezza è comunque in programma domani, martedì 20 giugno, per definire i dettagli. "Il 24 giugno, in piazza Vittorio - ha detto la sindaca - saranno garantiti i massimi standard di sicurezza per tutte le persone che vorranno assistere ai fuochi d’artificio".




    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  4. In data 17/06/2017 09:08:56 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Eccovi la Gazzetta Ufficiale dove sono stati pubblicati i decreti attuativi dell’APE sociale PRECOCI.


    Ed in contemporanea è uscito anche la circolare IMPS, pertanto da lunedì è possibile recarsi al Patronato per presentare la prima istanza che serve per la verifica dei requisiti. Una volta che l’IMPS fatti i dovuti accertamenti (a tempo entro il 15 Ottobre) vi comunica l’esito e se positivo anche la data di presentazione della vera domanda di pensione.

    Bisognerà di nuovo recarsi al Patronato è presentare sia la domanda di pensioni e le Dimissioni al datore di lavoro.

    Vi ricordo che a seconda del vostro Contratto di Lavoro ci sono dei mesi di Preavviso da dare al vostro Datore di lavoro, che dovete considerare.

    Vi rammento che visto i residui fonti previsti se le domande saranno di più l’IMPS dovrà istituire una graduatoria in base a chi gli mancano meno anni per APE sociale Per i Precoci visto che comunque tutti avranno sicuramente i 41 anni non è chiaro su come verrà stipulata questa graduatoria.

    Se non visualizzi il documento non si dispone di Adobe Reader o il supporto PDF in questo Web browser.
    Clicca qui per scaricare il PDF.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  5. In data 14/06/2017 08:04:20 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    BEINASCO - Mazzata autovelox: in tre giorni di attività circa mille multe

    13 giugno 2017 | I dati sono ancora provvisori, ma il volume registrato parla di una autentica strage per chi non rispetta il limite dei 50 chilometri orari nel punto di strada Torino, a Fornaci dove è stato installato. E partono le prime proteste.

    Dopo gli annunci, gli avvertimenti e il periodo di prova, l'autovelox di strada Torino a Fornaci (lungo strada Torino all'altezza dei numeri civici 49 e 134) dallo scorso fine settimana è iniziato a funzionare e i primi dati sulle contravvenzioni resi noti dal comando della polizia municipale sono pazzeschi: un migliaio di multe in tre giorni di attività. Il conto preciso deve essere ancora confermato, ma si discosterà poco da questo dato. Del resto l'apparecchiatura è stata installata lì proprio per limitare un fenomeno che da anni mette a rischio l'incolumità di automobilisti e residenti in quel tratto di territorio.

    Le multe vanno da un minimo di 40 euro per chi supera il limite al massimo di dieci chilometri orari (senza decurtazione dei punti sulla patente) per poi impennarsi mano a mano che la velocità registrata è superiore, con tanto di punti tolti. Si sapeva che i primi giorni potessero riservare un numero elevato di contravvenzioni, ma non così. 

    E intanto sono partite le prime proteste. Al comando della polizia municipale sono piovute tante telefonate di automobilisti inferociti che hanno anche accusato la presenza di una segnaletica poco visibile ed insufficiente. Prologo a eventuali ricorsi che nelle prossime settimane è quasi certo pioveranno sulle scrivanie della municipale.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

Pagine: first pre 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 next last Pagine Totale: 278   

capabarra21lg.gif

LE TUE MANI

Grande è la gioia che provo quando posso stringere le tue mani.
Sento esprimere tutte le cose che non mi hai mai detto,
sento che ancora mi vuoi bene,
anche se non te l'ho mai chiesto.
Nelle tue mani ho messo il mio cuore
e tutto l'amore vero e sincero.
Il tempo è passato ma il mio sentimento non è mai cambiato è ancora forte e vivo.
Spero ancora di stringere le tue mani,
sentire che col pensiero mi sei vicina.
Ti prego! non negarmi la gioia di un tuo saluto
e la speranza che un giorno non lontano,
ancora io possa stringere le tue mani.

capabarra39ec.gif e-mail0.gif posta.jpg