logo
Newseletter Accedi Registrazione Lavora Con Noi Aiuto


topgan gmail facebook twitter linkedin instagram

logo in movimento
Logo
sito

La Bacheca del sito di TopGan da dove potete vedere quello che succede nel sito e potete postare quello che pensate e pubblicare i vostri articoli, annunci tutto gratuitamente.
Se volete condividere in questa bacheca il vostro sito o articolo e una pagina inserite questo codice qui sotto nel vostro sito o pagine da condividere e poi basta un click e tutto sarà condiviso.

Modificate la parte dove dice: Url della tua pagina con l’url da condividere.

<a title="Aggiungi a TopGan" rel="nofollow" target="_blank" href="https://www.topgan.it/sharing?url=Url della tua pagina"><img style="width: 100%" src="https://www.topgan.it/Images/topgan-logo-255x252.png" alt="topgan"></a>

Nuovo Post
annulla
  1. In data 17/11/2017 09:19:27 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Pensioni: Il fallimento dell’Italia come intervenire per evitarlo.

    In questi giorni si parla molto delle pensioni e dell’ aspettativa di vita visto le imminenti elezioni.

    Ma non si rendono conti che continuare a tenere a lavoro i lavoratori di una certa età porterà al fallimento totale dell’Italia.

    E vi spiego il perché.

    Già adesso con questo sistema abbiamo creato un buco di due o più generazioni e si trovano fuori dal mondo del lavoro e pertanto costretti a non produrre ricchezza ma ad aver sempre più bisogno di ammortizzatori sociali per poter vivere, continuando cosi si aumenterà questi anni di buco e quindi il fallimento sta proprio qui non saremmo più in grado di sostenere queste generazioni.

    Se si continua ad aumentare la data per poter andare in pensione questo comporterà il ristagno.

    • In primis perché le aziende Italiane che danno lavoro diminuiscono sempre più sia per la crisi, sia per le tasse e i soprusi dei governi ed istituzioni che gli impongono costringendoli a chiudere o ad trasferirsi a l’estero.
    • In secondo perché le aziende che danno lavoro perdono competitività perché costrette a tenere persone a lavoro di una certa età che si che sono più qualificate ma comunque anno una resa ridotta della metà rispetto ad un giovane, pertanto chiudono.
    • In terzo c’è il rinnovamento tecnologico che in molte aziende si attua da tempo per abbattere i costi dei dipendenti.

    Tutto questo ed altro ancora porta ad una diminuzione di posti di lavoro inevitabile e sempre più ed una aumento della disoccupazione.

    Mentre la politica non gli basta già questa drammatica situazione di persone che non producono ma comunque bisogna mantenere ma fa in modo di importare ancora altre persone che non producono perché disoccupate che bisogna comunque mantenere.

    Tutto sulle spalle degli stessi che anno costruito l’Italia, ma purtroppo questi non sono immortali “e la natura” finiranno di morire e nessuno più potrà produrre la ricchezza necessaria a sostenere questo enorme bacino di persone che non hanno prodotto nulla. e pure è cosi semplice da capire questo meccanismo che bisogna debellare.

    Come si combatte?

    Far si che tutte le imprese e tutti coloro che danno lavoro abbiano vita facile in questo paese in modo che non siano costretti ad emigrare ma il contrario attirare altre aziende a venire in Italia.

    • Non costringendo le azienda a tenere personale che produce la meta della produzione.
    • Non vessare le aziende di tasse e di soprusi per le mazzette da parte delle istituzioni.
    • Non mettere mille paletti alle aziende se vogliono investire ed aumentare la loro ditta.
    • Far si che ci sia un ricambio generazionale continuamente.
    • Non importare altre persone che non possono produrre per mancanza di posti di lavoro e che non hanno voglia visto che poi comunque bisogna mantenere.



    Immagine Post
    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 6 Persona/e
    1. TopGan
    2. Regina Toma
    3. Caterina Latella
    4. Lauren Hewit
    5. Linda Lombardo
    6. Antonella Borrelli

    Nessuno ha commentato questo post

  2. In data 21/11/2017 09:28:19 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    SVOLTA CLAMOROSA A TORINO: LA APPENDINO TAGLIA LE TASSE AI GIOVANI CHE VOGLIONO FARE GLI ARTIGIANI

    Cinque anni di defiscalizzazione delle imposte locali per un giovane di talento che sceglie di subentrare nella conduzione di un'azienda

    Cinque anni di defiscalizzazione delle imposte locali per un giovane di talento che sceglie di subentrare nella conduzione di un’azienda. Programmi di finanziamento agevolati, “pacchetti per lo shopping” e percorsi dei sensi dell’artigianato torinese, proponendoli in un App per smartphone.
    Sono queste le novità introdotte dal patto siglato tra l’amministrazione di Torino e la CNA. Cinque sono le direzioni entro le quali Palazzo Civico intende agire. In primis verranno mappate tutte le eccellenze del territorio, in secondo luogo verranno semplificati i rapporti tra gli artigiani e la Pubblica Amministrazione e poi assicurando sostegno alle piccole e micro imprese impegnate della micro-fornitura, incorporandole anche in Open for business.
    Nella città metropolitana sono circa 65 mila le imprese artigianali: il 98% delle aziende presenti a Torino ha meno di venti dipendenti.
    “Lo abbiamo constatato nell’ultima edizione del Turin Islamic Forum”, ha commentato Chiara Appendino, “come l’eccellenza artigiana sia l’effettivo portacolori del made in Italy nel mondo”.



    Immagine Post
    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  3. In data 16/11/2017 21:56:11 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Ficoncella, i poteri curativi di un’acqua termale (quasi) unica al mondo


    Antinfiammatorie, disintossicanti e chelanti: le cure idropiniche in acqua calda trovano un’applicazione d’eccellenza nei Bagni della Ficoncella di Civitavecchia (Roma), nei pressi del sito (ora archeologico) delle antiche Terme Taurine (Terme di Traiano), già rinomate per le benefiche proprietà terapeutiche sin dai tempi degli etruschi. Oggi i Bagni della Ficoncella sono una struttura pubblica, la gestione (dopo un lascito privato) è comunale, affidata ad una cooperativa: l’ingresso per i non residenti a Civitavecchia è di solo 1,50 € (cinquanta centesimi in più rispetto ai locali), per un tempo consentito di permanenza nei bagni di 2 ore. Ci arrivano, come in una sorta di pellegrinaggio della salute, persone da tutta Italia, anche dall’estero, persino col camper e in cerca di un affitto di una casa limitrofe per brevi soggiorni terapeutici, giusto il tempo per sostare il più possibile nella speranza di beneficiare delle straordinarie proprietà dell’acqua del Fico (il nome Ficoncella viene proprio da quest’albero: si tratta del genius loci?).
    La Ficoncella è composta da cinque vasche di piccole e medie dimensioni, riempite quotidianamente di acqua sulfurea (non emette intollerabili odori di zolfo) che si spingono fino alla temperatura di 60° (in vasca se ne avvertono all’incirca 40°) con proprietà oligominerali pressoché uniche al mondo (se ne trovano simili soltanto in Giappone, nella regione di Okinawa): “il calore raggiunto dall’acqua permette una reazione del solfato di calcio che libera l’acido solforico e gli altri sali, garantendo un’azione benefica, idratante ma al contempo stimolante. Le acque sono infatti definite solfato calciche leggermente alcaline”.
    E ancora: “L’acqua viene così riscaldata dal sottosuolo e, ricca di sali minerali, emerge in superficie generando varie sorgenti idrotermali che depositano il carbonato disciolto in nuovi strati geologici di tipo gessoso e travertinoso. Queste acque hanno delle peculiarità curative già conosciute sia nell’antichità che nel secolo scorso (VEDI IMMAGINE PUBBLICITARIA DELL’EPOCA) e sfruttate fino ai giorni nostri.” Infatti nell’800 tra i medicinali delle farmacie romane approvati dal Protomedico Generale Ecclesiastico, tra le acque termali in vendita (in fiasche di vetro) c’era proprio l’acqua della Ficoncella.
    Ne usufruirono etruschi, antichi romani e persino l’eroe dei due mondi Giuseppe Garibaldi, finito alla Ficoncella dopo il ferimento nella battaglia dell’Aspromonte del 1862. Tutt’oggi, a Civitavecchia, campeggia la targa che ricorda come “il Generale Giuseppe Garibaldi sofferente per dolorosissima artrite e qui racquistò salute per efficacia delle acqua termali delle antiche Terme di Traiano”.
    Quest’illustrazione d’epoca descrive la composizione chimica dell’acqua dei Bagni della Ficoncella, ricompresa nella classificazione delle acquee di ‘solfato-bicarbonato-alcalino-terrose’, ideali per curare problemi di artrite, reumatismi, infiammazioni neuromuscolari e dolori osteoarticolari. Con una percentuale di radioattività, queste acque sono utili sia nelle malattie croniche (dermatologiche) che acute (flogistiche cutanee e mucose, è ideale anche per problemi di psoriasi). Non da meno, sono profondamente rilassanti!





    Immagine Post
    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  4. In data 16/11/2017 19:28:08 a pubblicato
    Lorenzo Cappiello
    Lorenzo Cappiello


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Video intervista a Gianni Morandi ora disponibile sul mio canale YouTube.




    Immagine Post
    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 2 Persona/e
    1. Lorenzo Cappiello
    2. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  5. In data 15/11/2017 22:35:48 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Pensioni anticipate e vecchiaia 2017: novità età uscita nati dal 1951 al 1967

    Ultime novità oggi, 15 novembre 2017, uscita pensioni vecchiaia e pensione anticipata: a quale età e con quale assegno di pensione?

    Se non visualizzi il documento non si dispone di Adobe Reader o il supporto PDF in questo Web browser.
    Clicca qui per scaricare il PDF.



    Immagine Post
    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

Pagine: first pre 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 next last T.: 307

capabarra21lg.gif

LE TUE MANI

Grande è la gioia che provo quando posso stringere le tue mani.
Sento esprimere tutte le cose che non mi hai mai detto,
sento che ancora mi vuoi bene,
anche se non te l'ho mai chiesto.
Nelle tue mani ho messo il mio cuore
e tutto l'amore vero e sincero.
Il tempo è passato ma il mio sentimento non è mai cambiato è ancora forte e vivo.
Spero ancora di stringere le tue mani,
sentire che col pensiero mi sei vicina.
Ti prego! non negarmi la gioia di un tuo saluto
e la speranza che un giorno non lontano,
ancora io possa stringere le tue mani.

capabarra39ec.gif e-mail0.gif posta.jpg