logo

Indice generale dei farmaci

INDICE DEI NOMI COMMERCIALI E DEI PRINCIPI ATTIVI

Questo indice comprende circa 2500 nomi di principi attivi e specialità medicinali, ed è di utile consultazione ogni qualvolta serva un riferimento a un particolare farmaco. Non è indispensabile sapere a priori se si tratta di un nome generico o di una specialità medicinale, né se sia un farmaco da banco o da prescrizione. Ribadiamo che per principio attivo (identificato con il nome generico) si intende la sostanza di base attiva, mentre per specialità medicinale si intende il prodotto farmaceutico che i vari produttori immettono sul mercato con un nome di fantasia di loro scelta. Ricordiamo anche che le informazioni contenute nelle schede dei farmaci possono essere leggermente diverse da quelle fornite dal foglietto illustrativo del medicinale, in quanto le prime si riferiscono al principio attivo, mentre le seconde riguardano le specialità. In caso di discordanza, è opportuno attenersi al foglietto illustrativo, che è formalmente approvato dal Ministero della Sanità all'atto della registrazione del farmaco.
Contenuto dell'indice
Fra i nomi elencati, alcuni corrispondono a sostanze di larghissimo uso, altri a farmaci meno diffusi: tutti, però, nel loro insieme, dovrebbero dare al lettore un quadro della grande varietà di prodotti disponibili. Invece, la presenza nell'indice o l'esclusione da esso di un prodotto farmaceutico non implica un giudizio di valore su tale sostanza. Le specialità medicinali riportate si riferiscono, per questioni di spazio, solo ai principi attivi di cui è presente la scheda. Non sono invece elencate le specialità medicinali i cui principi attivi sono nominati nel testo ma a cui non corrisponde la relativa scheda.
Impostazione dell'indice
Tutte le voci sono in ordine alfabetico, a prescindere dal fatto che si tratti di un nome generico o di una denominazione commerciale. Queste ultime sono riconoscibili perché hanno l'iniziale maiuscola, a differenza dei principi attivi che sono indicati con lettera minuscola (scelta che del resto corrisponde a una prassi generalmente accettata).

Quando esposto qui sotto non avrà effetto se non si è effettuato l'Accesso

Il collegamento (riconoscibile dal fatto che si mostra come un pulsante con la scritta sottolineata) può condurre sia alla scheda del principio attivo, sia al capitolo, che descrive i gruppi farmacologici di appartenza. Per quelle voci che non hanno un collegamento specifico né alla scheda né al capitolo si è cercato di dare nell'indice stesso una breve definizione. Quando una voce costituita da un nome commerciale è seguita da un nome generico senza un collegamento, quest'ultimo nome va a sua volta cercato nell'indice, che fornirà il corrispondente collegamento o darà direttamente la spiegazione appropriata.
Per sapere come vanno interpretate le schede e leggerle vedi Schede dei farmaci

Qui sotto vedi la lista dei farmaci e può fare la ricerca per malattia da curare, per principio attivo, per nome del farmaco o per sintomi e vedere la scheda solo un utente registrato.

  1. Farmacologo Studioso dei farmaci e del loro meccanismo d'azione. I farmacologi si occupano anche dello sviluppo di farmaci nuovi. I farmacologi clinici, in genere laureati in medicina, studiano soprattutto l'azione dei farmaci nella terapia di malattie specifiche, controllandone gli effetti sui pazienti nei test clinici e nella pratica medica.
  2. Farmacopea Pubblicazione che elenca e descrive le sostanze, attive e inattive, usate in terapia. Questo termine sì riferisce in genere a una pubblicazione ufficiale, emanata dallo Stato. Usata come opera di consultazione dall'industria farmaceutica, dai medici e dai farmacisti, la Farmacopea descrive materie prime, preparati finiti e metodi analitici che possono essere usati per identificare le singole sostanze e determinare il loro grado di purezza.
  3. fenilefrina Previsto come generico SI (F.N.) Disponibile in associazione con altri principi attivi SI
  4. Filtri Solari I filtri solari si applicano in genere prima di esporsi al sole per evitare le scottature. Un'esposizione prolungata al sole senza protezione aumenta il rìschio di cancro della pelle, specialmente nei soggetti dalla carnagione chiara, e può causare un precoce invecchiamento cutaneo.
  5. Fleboclisi Vedi Infusione endovenosa.
  6. Formula chimica Sistema convenzionale per esprimere, attraverso simboli e numeri, gli ingredienti di un composto chimico. Esiste una formula per ogni sostanza chimica identificata. La formula dell'acqua, per esempio, è H2O, il che sta a indicare che la sua molecola è composta da due atomi di idrogeno (H2) e da uno di ossigeno (O). Tutti i farmaci hanno formule più complesse.
  7. Fotofobia Avversione alla luce piena che può essere provocata da determinati farmaci, soprattutto i midriatici, o da alcune malattie.
  8. ibuprofene Previsto come generico NO Disponibile in associazione con altri principi attivi NO
  9. idroclorotiazide Previsto come generico SI (F.N.) Disponibile in associazione con altri principi attivi SI
  10. idrocortisone Previsto come generico SI (F.N.) Disponibile in associazione con altri principi attivi SI
  11. Immunizzazione Processo attraverso cui si produce una condizione di immunità, cioè di resistenza all'infezione, come profilassi contro le malattie infettive. Vedi "Vaccini e immunoterapia".
  12. IMMUNOSOPPRESSORI Gli immunosoppressori sono usati nella terapia di malattie autoimmuni come l'artrite reumatoide quando la sintomatologia è grave e altri trattamenti sono risultati inefficaci.
  13. Inalatore Apparecchio per la somministrazione di un farmaco liquido o in polvere. Gli inalatori sono impiegati soprattutto nel trattamento delle malattie respiratorie, come l'asma e la bronchite cronica. Tra i farmaci che vengono somministrati in questo modo vanno citati i corticosteroidi e i broncodilatatori. Vedi anche "Vie di somministrazione" e "Inalatori" (Broncodilatatori).
  14. Infusione endovenosa Lenta e prolungata iniezione di liquidi (spesso un farmaco in soluzione), in una vena mediante un ago. Il liquido scorre a una velocità controllata, da un sacchetto o da una bottiglia attraverso un tubo sottile inserito in una vena. L'infusione endovenosa (detta anche fleboclisi) può essere somministrata anche mediante una pompa di infusione.
  15. Inibitorio Termine che significa avere un effetto bloccante sull'attività cellulare. Per esempio, quando una sostanza chimica liberata da una terminazione nervosa impedisce la contrazione del muscolo, si parla di effetto inibitorio. Vedi anche Antagonista.

Pagine: [first] pre 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 next Pagine Totale: 33

L'obiettivo di questa guida è di fornire un certo numero di informazioni a carattere medico scentifico, che in ogni caso non possono sostituire i consigli del vostro medico. Il Sito di TopGan non è responsabile degli eventuali danni conseguenti alla lettura o all'utilizzazione dei contenuti di queste pagini.