logo

Indice generale dei farmaci

INDICE DEI NOMI COMMERCIALI E DEI PRINCIPI ATTIVI

Questo indice comprende circa 2500 nomi di principi attivi e specialità medicinali, ed è di utile consultazione ogni qualvolta serva un riferimento a un particolare farmaco. Non è indispensabile sapere a priori se si tratta di un nome generico o di una specialità medicinale, né se sia un farmaco da banco o da prescrizione. Ribadiamo che per principio attivo (identificato con il nome generico) si intende la sostanza di base attiva, mentre per specialità medicinale si intende il prodotto farmaceutico che i vari produttori immettono sul mercato con un nome di fantasia di loro scelta. Ricordiamo anche che le informazioni contenute nelle schede dei farmaci possono essere leggermente diverse da quelle fornite dal foglietto illustrativo del medicinale, in quanto le prime si riferiscono al principio attivo, mentre le seconde riguardano le specialità. In caso di discordanza, è opportuno attenersi al foglietto illustrativo, che è formalmente approvato dal Ministero della Sanità all'atto della registrazione del farmaco.
Contenuto dell'indice
Fra i nomi elencati, alcuni corrispondono a sostanze di larghissimo uso, altri a farmaci meno diffusi: tutti, però, nel loro insieme, dovrebbero dare al lettore un quadro della grande varietà di prodotti disponibili. Invece, la presenza nell'indice o l'esclusione da esso di un prodotto farmaceutico non implica un giudizio di valore su tale sostanza. Le specialità medicinali riportate si riferiscono, per questioni di spazio, solo ai principi attivi di cui è presente la scheda. Non sono invece elencate le specialità medicinali i cui principi attivi sono nominati nel testo ma a cui non corrisponde la relativa scheda.
Impostazione dell'indice
Tutte le voci sono in ordine alfabetico, a prescindere dal fatto che si tratti di un nome generico o di una denominazione commerciale. Queste ultime sono riconoscibili perché hanno l'iniziale maiuscola, a differenza dei principi attivi che sono indicati con lettera minuscola (scelta che del resto corrisponde a una prassi generalmente accettata).

Quando esposto qui sotto non avrà effetto se non si è effettuato l'Accesso

Il collegamento (riconoscibile dal fatto che si mostra come un pulsante con la scritta sottolineata) può condurre sia alla scheda del principio attivo, sia al capitolo, che descrive i gruppi farmacologici di appartenza. Per quelle voci che non hanno un collegamento specifico né alla scheda né al capitolo si è cercato di dare nell'indice stesso una breve definizione. Quando una voce costituita da un nome commerciale è seguita da un nome generico senza un collegamento, quest'ultimo nome va a sua volta cercato nell'indice, che fornirà il corrispondente collegamento o darà direttamente la spiegazione appropriata.
Per sapere come vanno interpretate le schede e leggerle vedi Schede dei farmaci

Qui sotto vedi la lista dei farmaci e può fare la ricerca per malattia da curare, per principio attivo, per nome del farmaco o per sintomi e vedere la scheda solo un utente registrato.

  1. Ortica C'è una pianta molto efficace per la prostata. Si tratta della radice di una piante che cresce spontanea nei nostri prati, la comune ortica.
  2. Otologico Relativo all'otologia, una branca della medicina che studia le malattie dell'orecchio. Riferito a un farmaco, indica un medicinale usato appunto per le affezioni dell'orecchio. In particolare, per gocce otologiche si intende un preparato in forma liquida da instillare nel condotto auricolare mediante un contagocce.
  3. papaverina Previsto come generico SI (F.N.) Disponibile in associazione con altri principi attivi SI
  4. paracetamolo Previsto come generico SI (F.N.) Disponibile in associazione con altri principi attivi SI
  5. Parasimpaticolitico Termine che indica la capacità di alcune sostanze di svolgere un'azione inibitoria sul sistema nervoso parasimpatico. Come è noto (cervello e sistema nervoso), il sistema nervoso parasimpatico controlla l'attività involontaria di organi, ghiandole, vasi sanguigni e altri tessuti dell'organismo. Vedi anche Anticolinergico.
  6. Parasimpaticomimetico Farmaco che esercita un'azione stimolatoria sul sistema nervoso parasimpatico (vedi anche "Sistema nervoso autonomo"). Questi farmaci, detti anche colinergici, vengono impiegati come miotici o anche per stimolare la contrazione della vescica nella ritenzione urinaria (vedi "Farmaci per i disturbi urinari").
  7. Parkinsonismo Sintomi neurologici, caratterizzati da tremore delle mani e da rigidità muscolare, che assomigliano a quelli del morbo di Parkinson. Può essere indotto dall'uso prolungato di antipsicotici.
  8. piperazina Previsto come generico SI (F.N.) Disponibile in associazione con altri principi attivi NO
  9. piroxicam Previsto come generico NO Disponibile in associazione con altri principi attivi NO
  10. Placebo Un "farmaco", spesso in pastiglie o compresse, che non contiene alcun principio attivo. I placebo vengono usati soprattutto nei test clinici dei nuovi farmaci (vedi Doppio cieco); talvolta invece vengono somministrati a soggetti che, essendo convinti di aver bisogno di un trattamento farmacologico, rispondono positivamente alla "cura" perché si sentono rassicurati. Vedi anche "Effetto placebo".
  11. Pompa di infusione Strumento che serve a somministrare in modo continuo una quantità controllata di un farmaco o di un altro liquido attraverso un ago inserito in una vena o sottocute. Tale apparecchio è costituito da una piccola pompa azionata a batteria che regola il flusso di liquido da una siringa all'ago. La pompa può venire fissata con un cerotto al paziente e programmata in anticipo per somministrare il farmaco a una velocità costante. Vedi anche "Vie di somministrazione".
  12. Premedicazione Termine che si riferisce ai farmaci somministrati uno o due ore prima di un intervento chirurgico. Di solito la premedicazione (o preanestetico) contiene un analgesico stupefacente per attenuare i dolori e l'ansia, e per ridurre la dose di anestetico necessaria a produrre lo stato di incoscienza (vedi anche Anestesia generale). A volte viene anche somministrato un farmaco anticolinergico per ridurre le secrezioni delle vie aeree.
  13. Prescrizione Ricetta scritta dal medico per il farmacista, con il nome del farmaco da preparare e/o consegnare, la dose, la posologia e altre eventuali istruzioni. Una prescrizione è scritta e firmata dal medico e, se la sostanza è soggetta a controllo, reca anche le generalità e l'indirizzo del paziente per il quale è stata redatta. Il farmacista conserva la documentazione di tutte le ricette spedite al di fuori del Servizio Sanitario Nazionale (vedi FARMACI DA PRESCRIZIONE).
  14. Presidio medico-chirurgico (PMC) Con questo termine sono indicati preparati e oggetti che, pur non curando le malattie, trovano impiego in campo sanitario. Rientrano in questa categoria i disinfettanti, gli insetticidi, gli insettorepellenti, gli antifecondativi non sistemici, le siringhe monouso ecc.
  15. Profilassi Un farmaco, una procedura o uno strumento atti a impedire l'insorgere o il diffondersi di una malattia, e in particolar modo delle malattie infettive. Per esempio, la profilassi della malaria consiste nella somministrazione preventiva di farmaci a chi si reca in paesi dove esiste il rischio di contrarre tale malattia.

Pagine: [first] pre 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 next Pagine Totale: 33

L'obiettivo di questa guida è di fornire un certo numero di informazioni a carattere medico scentifico, che in ogni caso non possono sostituire i consigli del vostro medico. Il Sito di TopGan non è responsabile degli eventuali danni conseguenti alla lettura o all'utilizzazione dei contenuti di queste pagini.