logo
Newseletter Accedi Registrazione Lavora Con Noi Aiuto


topgan

logo in movimento
Logo
sito

La Bacheca del sito di TopGan da dove potete vedere quello che succede nel sito e potete postare quello che pensate e pubblicare i vostri articoli, annunci tutto gratuitamente.

Nuovo Postscrivi un post
annulla
  1. In data 13/11/2016 18:59:22 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Ecco la lettera di Renzi agli italiani all'estero

    Tra vanterie, sviolinate e appello al Sì, il premier commette anche un clamoroso errore: l'indirizzo del sito è errato, come fa notare il senatore leghista Calderoli

    "Cara italiana, caro italiano...". Inizia così la lettera inviata agli italiani all'estero e firmata da Matteo Renzi in persona e che vi facciamo leggere (qui sotto in pdf).
    Una missiva stampata in sei milioni di copie in cui si fa riferimento ai soliti luoghi comuni, quelli che vedono l'Italia "un Paese dalla politica debole", "instabile". Segue un panegirico celebrativo sui due anni e mezzo di governo Renzi, una sviolinata agli italiani all'estero che con "onore" e "emozione" rappresentano il nostro Paese. "Dobbiamo continuare a migliorarci", scrive il premier e segretario del Pd, "E la riforma costituzionale è un altro tassello per rendere più forte l'Italia". Poi ovviamente il mantra che va ripetendo da mesi per invitare a votare Sì: superare il bicameralismo paritario che porta a lungaggini nell'approvare una legge (poco importa che persino il presidente del Senato Pietro Grasso abbia detto ieri che non è così), superare il doppio voto di fiducia (quando lui stesso alla fiducia ha fatto più volte ricorso), e così via.
    Insomma le solite frottole per ingannare e prendere per il C.........

    Se non visualizzi il documento non si dispone di Adobe Reader o il supporto PDF in questo Web browser.
    Clicca qui per scaricare il PDF.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 3 Persona/e
    1. TopGan
    2. Aricia
    3. Moreira Carla

    Questa post ha prodotto 4 commenti.

  2. In data 19/11/2016 09:14:24 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Arriva la 'tassa sulla morte': il testo a firma principale di Stefano Vaccari

    Iva al 10% e 30 euro per ogni funerale. Lo prevede il ddl Vaccari in questi giorni all'esame della Commissione Igiene del Senato

    La 12esima Commissione permanente 'Igiene e sanità' del Senato sta esaminando in questi giorni il ddl sulla 'Disciplina delle attività funerarie'. Il testo, a firma principale di Stefano Vaccari (Pd), propone di definire i soggetti che possono operare nel settore funebre, riorganizzare la tipologia di operatori privati, riordinare il sistema cimiteriale e combattere l'evasione fiscale (leggi il PDF). 

    Un intervento necessario, si legge su 'Studio Cataldi', poiché - come viene indicato nella relazione al provvedimento - "in più parti d'Italia l'attività funebre e cimiteriale si è deteriorata divenendo oggetto di indagini di organi di polizia o della magistratura e le cronache, quasi ogni settimana, documentano di reati o di raggiri messi in atto da operatori sanitari o da imprese funebri ai danni delle famiglie". 

    Tra gli articoli che riguardano i requisiti delle imprese funebri e del personale, i trasporti funebri, la tanatoprassi, piani di regolazione cimiteriale, tumulazione e cremazione, spicca l'art. 21 che affronta il tema del trattamento fiscale delle spese funebri e cimiteriali "prevedendo, in coerenza con la direttiva 2006/112/CE del Consiglio del 28 novembre 2006 relativa al sistema comune d'imposta sul valore aggiunto, il superamento dell'attuale esenzione per alcuni servizi ed il loro assoggettamento all'Iva ad aliquota ridotta". 

    Se non visualizzi il documento non si dispone di Adobe Reader o il supporto PDF in questo Web browser.
    Clicca qui per scaricare il PDF.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  3. In data 18/11/2016 20:56:51 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    VITTORIA DEL M5S! HANNO ELIMINATO UN ENORME PRIVILEGIO DELLA CASTA! ECCO COSA SONO STATI IN GRADO DI FARE.


    VITTORIA DEL M5S! Hanno eliminato un enorme privilegio ai parassiti della casta! Ecco cosa sono stati in grado di fare.

    Ricordate? Tra i mille privilegi contro cui il M5S si batte dal primo giorno, °°c’è la “Camera con vista” di cui vi avevamo raccontato in questo post.

    In pratica, la Camera dei Deputati nelle sue mille voci di bilancio ne aveva una che prevedeva i “rimborsi di viaggio agli ex parlamentari”. Soldi vostri (sia chiaro)con cui la Casta offriva graziosamente treni e aerei ai suoi ex membri, per godersi sì la meritata pensione ma sempre e come d’abitudine a scrocco.

    Ebbene, ci sono voluti due anni e rotti ma alla fine l’hanno capita: ieri, grazie ad un emendamento a prima firma Luigi Di Maio, finalmente la Camera ha approvato lo stop a questo sconcio che costava al contribuente 900 mila euro l’anno. E i parlamentari in carica, grazie ad un altro emendamento di Edera Spadoni, voleranno in classe economy invece di sperperare quattrini in prima classe. E’ la fine della Casta Crociere: se il pensionato (d’oro) ex parlamentare vuol farsi la vacanza, o se il deputato in carica vuol viaggiare stile sceicco, che se lo paghino coi soldi loro.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  4. In data 18/11/2016 20:43:06 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Regolamento edilizio unico e definizioni urbanistiche, in Gazzetta il testo definitivo con l’obiettivo di uniformare la disciplina a livello nazionale

    Al fine di semplificare e uniformare la regolamentazione edilizia per tutti i Comuni italiani, il decreto Sblocca Italia ha previsto l’adozione di un Regolamento edilizio unico nazionale. Lo scopo della previsione è quello di definire un regolamento tipo, in modo da uniformare le procedure edilizie con norme più o meno condivise su tutto il territorio nazionale.

    È stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 268 del 16 novembre 2016 l’accordo tra Governo, Regioni e autonomie locali, in sede di Conferenza unificata, per l’adozione dello schema di Regolamento.

    In particolare è stato pubblicato:

    • schema di regolamento edilizio tipo (Allegato 1)
    • documento con le definizioni uniformi (Allegato A)
    • tabella con la raccolta delle disposizioni sovraordinate in materia edilizia (Allegato B)

    Schema di regolamento edilizio unico: di cosa si tratta

    In realtà non si tratta proprio di un Regolamento edilizio unico: è un documento di indirizzo, una sorta di indice, cui dovranno ispirarsi i Comuni per la redazione dei propri regolamenti.

    Nello schema di regolamento edilizio unico vengono stabiliti i principi e i criteri generali per semplificare e uniformare in tutto il territorio nazionale i regolamenti edilizi comunali, comunque denominati.

    I Comuni sono tenuti a conformare i regolamenti edilizi comunali al presente Schema.

    Il regolamento edilizio tipo  si articola, in particolare, in 2 parti:

    1. nella prima parte, denominata “Principi generali e disciplina generale dell’attività edilizia” è richiamata e non riprodotta la disciplina generale dell’attività edilizia operante in modo uniforme su tutto il territorio nazionale e regionale
    2. nella seconda parte, denominata “Disposizioni regolamentari comunali in materia edilizia” è raccolta la disciplina regolamentare in materia edilizia di competenza comunale

    Regolamento edilizio tipo: i tempi

    Entro il termine di 180 giorni dall’adozione dell’Intesa, le Regioni provvedono al recepimento dello schema di regolamento edilizio tipo e delle definizioni uniformi. Le Regioni possono specificare e/o semplificare l’indice proposto e dettare indicazioni tecniche di dettaglio ai fini della corretta interpretazione di tali definizioni uniformi in fase di prima applicazione.

    Se non visualizzi il documento non si dispone di Adobe Reader o il supporto PDF in questo Web browser.
    Clicca qui per scaricare il PDF.


    Qui La gazetta ufficiale 268

    Se non visualizzi il documento non si dispone di Adobe Reader o il supporto PDF in questo Web browser.
    Clicca qui per scaricare il PDF.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  5. In data 18/11/2016 18:51:01 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    La maggior parte di noi - il 78 per cento - non è soddisfatta dell'accordo tra governo e sindacati

    perché gli interventi di flessibilità in uscita previsti dalla legge di Bilancio sono ancora lontani da quello che ci aspettavamo.
     

    Perciò abbiamo deciso di mandare una mail diretta a Matteo Renzi "Niente APE e Quota 41 per tutti!" affinché il governo ritiri l'anticipo pensionistico (APE), assicuri la pensione con 41 anni di contribuzione e senza penalizzazione, calcoli l'aspettativa di vita ogni cinque anni e non due.

    Non è accettabile che dopo una vita di lavoro e di contributi versati, si possa andare in pensione solo chiedendo un prestito a banche e a assicurazioni, né che si limiti il diritto di andare in pensione a chi ha già contribuito per oltre 41 anni. 

    Dobbiamo farci sentire ora che è in discussione la legge di Bilancio per risolvere davvero le ingiustizie della legge Fornero.  


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

Pagine: first pre 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 next last Pagine Totale: 278   

capabarra21lg.gif

LE TUE MANI

Grande è la gioia che provo quando posso stringere le tue mani.
Sento esprimere tutte le cose che non mi hai mai detto,
sento che ancora mi vuoi bene,
anche se non te l'ho mai chiesto.
Nelle tue mani ho messo il mio cuore
e tutto l'amore vero e sincero.
Il tempo è passato ma il mio sentimento non è mai cambiato è ancora forte e vivo.
Spero ancora di stringere le tue mani,
sentire che col pensiero mi sei vicina.
Ti prego! non negarmi la gioia di un tuo saluto
e la speranza che un giorno non lontano,
ancora io possa stringere le tue mani.

capabarra39ec.gif e-mail0.gif posta.jpg