logo
Newseletter Accedi Registrazione Lavora Con Noi Aiuto


topgan gmail facebook twitter linkedin instagram

logo in movimento
Logo
sito

La Bacheca del sito di TopGan da dove potete vedere quello che succede nel sito e potete postare quello che pensate e pubblicare i vostri articoli, annunci tutto gratuitamente.
Se volete condividere in questa bacheca il vostro sito o articolo e una pagina inserite questo codice qui sotto nel vostro sito o pagine da condividere e poi basta un click e tutto sarà condiviso.

Modificate la parte dove dice: Url della tua pagina con l’url da condividere.

<a title="Aggiungi a TopGan" rel="nofollow" target="_blank" href="https://www.topgan.it/sharing?url=Url della tua pagina"><img style="width: 100%" src="https://www.topgan.it/Images/topgan-logo-255x252.png" alt="topgan"></a>

Nuovo Post
annulla
  1. In data 06/04/2017 20:28:03 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    ITALIA SVENDUTA, INTESA RAGGIUNTA: LA CINA ACQUISTA TRENITALIA


    Se non visualizzi il documento non si dispone di Adobe Reader o il supporto PDF in questo Web browser.
    Clicca qui per scaricare il PDF.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  2. In data 06/04/2017 20:13:58 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Riforma pensioni, Leonardi: i decreti sono pronti, le novità in arrivo

    I decreti per Ape e Quota 41 al vaglio del Consiglio di Stato, domani confronto su riforma pensioni fase 2, news oggi 6 aprile 2017.

    Dopo una settimana di silenzio da parte del Governo sui decreti attuativi della prima parte di riforma Pensioni, parla l'economista Marco Leonardi, consulente economico di Palazzo Chigi, delegato dal premier Paolo Gentiloni a seguire l'iter d'attuazione delle misure previdenziali previste nella legge di Bilancio 2017 così come il confronto sulla seconda parte di revisione del sistema pensionistico su cui domani comincia il confronto tra il governo e i sindacati. "I decreti legge - ha dichiarato Marco Leonardi - sono pronti e andranno all'istruttoria del Consiglio di Stato".

    Pensioni, le rassicurazioni del governo sui decreti per Ape e Quota 41

    I testi dei decreti della presidenza del consiglio dei ministri per l'attuazione dell'Anticipo pensionistico volontario e sociale così come quelli che prevedono benefici per i lavoratori precoci (Quota 41 ma non per tutti) sarebbero dunque già pronti, ma i decreti veri e propri ancora non sono stati emanati in attesa del via libera del Consiglio di Stato. Malgrado i ritardi per l'emanazione dei decreti non ci dovrebbero essere ritardi per l'attivazione dell'Ape volontario e sociale a partire dal mese di maggio.

    Domande all'Inps per l'Anticipo pensionistico dall'1 maggio al 30 giugno

    "Le domande all'Inps - ha detto Marco Leonardi in un'intervista pubblicata oggi su Il Sole 24 Ore - si potranno fare dal 1° maggio al 30 giugno per entrare nella prima graduatoria utile e che si chiuderà - ha spiegato l'economista - a settembre". Mentre per il prossimo anno le domande per l'Anticipo pensionistico dovranno essere presentate dall'1 gennaio al 31 marzo. Leonardi, rispetto all'Ape volontario, rassicura anche sul fatto che "con l'uscita anticipata le aziende - ha spiegato il consulente economico di Palazzo Chigi - le aziende potranno finanziare il rimborso dovuto alla banca". Inoltre, le imprese, secondo quanto ha spiegato Leonardi al Sole 24 Ore, potranno poi annullare l'incidenza delle rate dei rimborsi con accordi collettivi o individuali di finanziamento sul prestito previdenziale garantito. Inps



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  3. In data 06/04/2017 20:04:38 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png
    http://liberogiornale.com/gentiloni-dopo-i-voucher-aboliremo-anche-contratti-a-tempo-indeterminato-sono-superati/

    GENTILONI: ‘DOPO I VOUCHER ABOLIREMO ANCHE CONTRATTI A TEMPO INDETERMINATO, SONO SUPERATI’


    Gentiloni choc: “Stiamo pensando all’eliminazione dei contratti a tempo indeterminato”

    È un fiume in piena il Premier Paolo Gentiloni Silveri nell’intervista esclusiva rilasciataci poco fa e in edicola domattina. Gentiloni, alla richiesta di un commento sull’abolizione dei voucher, tuona: “Era giusto abolirli, la maggior parte dei datori di lavoro li utilizzava per sfruttare i dipendenti e pagarli una miseria. Così i lavoratori guadagneranno ancora meno e non verseranno nemmeno un contributo. Sono contento di aver evitato la strada del referendum e aver preso questa decisione”.

    Il premier sottolinea come quella dei voucher non sia l’unica abolizione in programma: “I contratti a tempo indeterminato sono un concetto superato. Ormai solo i vecchi ne hanno uno, mentre i giovani che sono stati assunti con questa formula possono essere mandati a casa in qualsiasi momento senza giustificazione. E’ giusto abolire anche quelli e concedere al datore di lavoro la libertà di fare un po’ quello che gli pare. Non trovate?”. “Beh, io non ho manco quello a tempo determinato se per questo” rispondo io. Gentiloni fa finta di non aver sentito e continua a parlare di lavoro, immigrazione ed economia.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  4. In data 05/04/2017 09:18:53 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Dietro ai nuovi 50 euro c’e’ un trucco: costringervi a tirare fuori i soldi dal materasso


    DA OGGI ARRIVANO I NUOVI 50 EURO: UN COLPO AI FALSARI? MADDECHÉ! IL RICAMBIO DELLE BANCONOTE SERVE PER FARVI TIRARE FUORI I SOLDI DAL MATERASSO – DIVERSAMENTE DAI DOLLARI, CHE NON VANNO MAI FUORI CORSO, LA PRIMA SERIE DEGLI EURO DIVENTERÀ CARTA STRACCIA. E DUNQUE AVETE POCA SCELTA: SE AVETE CONTANTI DA PARTE O LI RIMETTETE IN CIRCOLO O…

    Se non visualizzi il documento non si dispone di Adobe Reader o il supporto PDF in questo Web browser.
    Clicca qui per scaricare il PDF.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  5. In data 05/04/2017 08:53:29 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Sanità, nuova legge sulla responsabilità civile e penale degli operatori sanitari: medici contenti, pazienti molto meno

    Tutti concordi sulla bontà della nuova normativa in materia di prevenzione del rischio e sulla trasparenza, ma pareri discordanti su altri aspetti e sui relativi effetti che la sua entrata in vigore avrà per i malati. Tra questi: i risarcimenti (che diventano indennizzi) e la dimostrabilità delle colpe a carico di strutture sanitarie, medici e infermieri

    I medici sono contenti, le associazioni che tutelano i diritti dei malati molto meno. L’unica certezza è che la nuova legge 24/2017, che entra in vigore il 1 aprile, rivoluziona la disciplina della responsabilità degli operatori sanitari nelle cause intentate da pazienti. Cambiano le regole sia sul piano penale, sia su quello civile. Ma se il testo mette d’accordo tutti sul sistema di prevenzione del rischio clinico (sempre che i decreti attuativi trasformino in realtà ciò che è scritto sulla carta), non sono pochi i dubbi su altri aspetti della norma e sui relativi effetti che la sua entrata in vigore avrà per i pazienti. Primo fra tutti il nodo delle responsabilità dei singoli professionisti che, in caso di imperizia, non rispondono più penalmente se dimostrano di essersi attenuti alle linee guida. E poi quello sui risarcimenti. Approvata in seconda lettura dalla Camera dei deputati con 255 voti a favore, 113 contrari (Si, M5S e FI) e 22 astenuti (Lega) e pubblicata il 17 marzo in Gazzetta Ufficiale, la legge prevede ‘Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie’. Diciotto articoli che hanno diviso la politica, salutati con soddisfazione dalle associazioni di medici, in primis l’Associazione chirurghi ospedalieri italiani (Acoi) e la Federazione dei medici di medicina generale (Fimmg), meno da quelle che tutelano i malati. In realtà la riforma Gelli sarà attuata completamente nei prossimi mesi, con l’emanazione di una serie di decreti.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

Pagine: first pre 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 next last T.: 300

capabarra21lg.gif

LE TUE MANI

Grande è la gioia che provo quando posso stringere le tue mani.
Sento esprimere tutte le cose che non mi hai mai detto,
sento che ancora mi vuoi bene,
anche se non te l'ho mai chiesto.
Nelle tue mani ho messo il mio cuore
e tutto l'amore vero e sincero.
Il tempo è passato ma il mio sentimento non è mai cambiato è ancora forte e vivo.
Spero ancora di stringere le tue mani,
sentire che col pensiero mi sei vicina.
Ti prego! non negarmi la gioia di un tuo saluto
e la speranza che un giorno non lontano,
ancora io possa stringere le tue mani.

capabarra39ec.gif e-mail0.gif posta.jpg