logo
Newseletter Accedi Registrazione Lavora Con Noi Aiuto


topgan gmail facebook twitter linkedin instagram

logo in movimento
Logo
sito

La Bacheca del sito di TopGan da dove potete vedere quello che succede nel sito e potete postare quello che pensate e pubblicare i vostri articoli, annunci tutto gratuitamente.
Se volete condividere in questa bacheca il vostro sito o articolo e una pagina inserite questo codice qui sotto nel vostro sito o pagine da condividere e poi basta un click e tutto sarà condiviso.

Modificate la parte dove dice: Url della tua pagina con l’url da condividere.

<a title="Aggiungi a TopGan" rel="nofollow" target="_blank" href="https://www.topgan.it/sharing?url=Url della tua pagina"><img style="width: 100%" src="https://www.topgan.it/Images/topgan-logo-255x252.png" alt="topgan"></a>

Nuovo Post
annulla
  1. In data 31/08/2016 19:42:59 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    MENTANA, ALLARME CHOC: SERVIZI SEGRETI DICONO CHE FRA 6 MESI L’ITALIA SARÀ NEL CAOS (VIDEO)

    Com’è possibile che in televisione passino servizi del genere e dopo cinque minuti si torni a parlare di cagnolini, di gattini e a far vedere balletti, storie d’amore di calciatori ed altre amenità?

    Se il servizio sembra assurdo, è ancor più assurdo che poi la notizia sia passata inosservata, come una notizia qualsiasi.

    L’Italia sarà nel caos fra sei mesi? Speriamo di no ma è certo che se i servizi segreti lo hanno detto un motivo ci sarà.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 2 Persona/e
    1. TopGan
    2. Tek Service

    Nessuno ha commentato questo post

  2. In data 31/08/2016 16:09:42 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Altro che bavaglio, i politici si regalano la “Norma ammazza Web”: Sei anni di carcere per i cittadini, i blogger e le testate che si azzardano a fare ancora un po’ di informazione!!! SVEGLIA GENTE! QUESTA È LA DITTATURA!!

    La nuova norma ammazza web

    La norma che dovrebbe occuparsi di cyberbullismo, quindi teoricamente di tutela del minore, transitando alla Camera, con i relatori Dem Micaela Campana e Paolo Beni è divenuta, con i profondi ritocchi dei relatori e della Commissione riunite Giustizia e Affari sociali, una vera e propria norma ammazza web, che riguarda anche e soprattutto ogni maggiorenne che si affaccia alla rete internet. E sì, perché diversamente dalla disposizione originaria approvata anche dal Senato, che era incentrata principalmente sulla tutela del minore, il testo uscito il 27 luglio, è stato completamente stravolto, divenendo una norma repressiva sul web a tutti gli effetti.

    Le Commissioni hanno approvato diversi emendamenti tra i quali questo testo: “2-bis. Ai fini della presente legge, con il termine ‘cyberbullismo’ si intende qualunque comportamento o atto, anche non reiterato, rientrante fra quelli indicati al comma 2 e perpetrato attraverso l’utilizzo della rete telefonica, della rete internet, della messaggistica istantanea, di social network o altre piattaforme telematiche. Per cyberbullismo si intendono, inoltre, la realizzazione, la pubblicazione e la diffusione on line attraverso la rete internet, chat-room, blog o forum, di immagini, registrazioni audio o video o altri contenuti multimediali effettuate allo scopo di offendere l’onore, il decoro e la reputazione di una o più vittime, nonché il furto di identità e la sostituzione di persona operate mediante mezzi informatici e rete telematica al fine di acquisire e manipolare dati personali, nonché pubblicare informazioni lesive dell’onore, del decoro e della reputazione della vittima”.

    Nel testo e nelle altre disposizioni scompaiono i riferimenti ai minori al fine di delimitare l’ambito di applicazione della norma. In base a questa questa, qualsiasi attività, anche isolata (e quindi effettuata anche una sola volta), compiuta dai cittadini anche maggiorenni sul web conferisce la possibilità a chiunque (altra innovazione portata dalla Camera) di ordinare la cancellazione di contenuti, salva la possibilità che questa attività venga ordinata dal garante privacy. E chi non si adegua? Rimozione e oscuramento dei contenuti e sanzione sino a 6 anni di carcere. In pratica le attività di critica sui social network, attraverso blog o testate telematiche, farà scattare la possibilità di richiedere la rimozione del contenuto, dell’articolo, del messaggio, di qualsiasi cosa insomma sia presente sul web, con la possibilità di far bloccare il contenuto anche rivolgendosi al garante privacy.

    Per essere sicuri che chiunque potesse essere assoggettato a sanzione i relatori personalmente hanno pensato bene di far approvare una nuova norma (l’articolo 6 bis della proposta) che prevede per tutti i cittadini la possibilità di essere sanzionati con un reato che prevede il carcere fino a 6 anni, e – si badi bene – la confisca di tutto quanto sarebbe servito per commettere il reato. A opporsi a questa deriva sono stati solo un drappello di parlamentari del Movimento 5 Stelle, Baroni, Lorefice e Agostinelli, che si sono battuti duramente per il ritorno allo spirito originario della norma, ovvero alla tutela attraverso azioni di sostegno e di reazione rapida a beneficio dei minori. Senza però ottenere risultati a quanto pare, dal momento che a partire dal 12 settembre la Camera potrebbe varare definitivamente il testo uscito dalle Commissioni. C’è tempo fino all’8 settembre per emendamenti. Con la speranza che settembre non porti con sé, insieme al fresco, anche la prima norma liberticida per il web del 2016.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 2 Persona/e
    1. TopGan
    2. Tek Service

    Nessuno ha commentato questo post

  3. In data 31/08/2016 08:19:55 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Come ridurre la pancia con il Vicks Vaporub, un rimedio incredibile

    Ridurre la pancia con Vicks Vaporub vi sembra impossibile? Vediamo dov'è il segreto di questo famoso unguento balsamico

    L’unguento balsamico Vicks Vaporub è principalmente usato per liberare le vie respiratorie, ma la ricca presenza di oli essenziali lo rende un prodotto utilizzabile anche per altri scopi. Tra questi c’è il sogno di tutte le donne, ovvero quello di ridurre la pancia e avere finalmente un addome piatto, soprattutto con l’avvicinarsi dell’estate e della prova costume. Si tratta di un rimedio fai da te, efficace ed economico al tempo stesso. Vediamo dunque di quali ingredienti abbiamo bisogno e come bisogna procedere per ridurre la pancia.

    Gli ingredienti che ci occorrono per preparare il nostro prodotto, utile aridurre la pancia, sono: un cucchiaio di alcool isopropilico (o bianco), uno di canfora triturata, uno di bicarbonato di sodio e due cucchiai di Vicks Vaporub. Una volta in possesso di tutto l’occorrente necessario, possiamo procedere con la preparazione dell’unguento.

    Per ottenere il nostrounguento e snellire il girovita dobbiamo mescolare insieme, in un recipiente, tutti gli ingredienti citati sopra, rispettando le giuste dosi e continuando fino a che non si otterrà una pasta omogenea. Il prodotto ottenuto va conservato in un contenitore di vetro, per massimo sette giorni.

    L’unguento andrà spalmato sulla pancia per poi ricoprire la parte con la pellicola trasparente, quella utilizzata in cucina. Lasciate agire il tutto per circa due ore. Le applicazioni vanno fatte a giorni alterni; i primi risultati saranno visibili già dopo i primi dieci giorni dall’inizio del trattamento.

    Va fatta un’importante precisazione: Vicks Vaporub non serve solo a ridurre la pancia ma può essere impiegato anche su altre parti del corpo come le gambe, i glutei e le braccia.



    Immagine Post
    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 2 Persona/e
    1. TopGan
    2. Tek Service

    Nessuno ha commentato questo post

  4. In data 31/08/2016 08:13:34 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Banche, in Germania si vendono sempre più casseforti. Via i soldi dagli istituti per il “terrore” dei tassi d’interesse negativi


    La sfiducia negli istituti di credito si diffonde nella locomotiva d'Europa. La paura principale è che altri adottino la misura già decisa dalla Raiffeisenbank del piccolo comune di Gmund, dove dal primo settembre verrà applicato lo 0,4% in più sui depositi superiori a 100mila euro. "Riporre i soldi in banca non paga e vieni pure tassato"

    Risparmi via dalle banche e nascosti in casa, in una cassaforte o dentro l’armadio della nonna. Non è cronaca da una periferia depressa, né la trama di un film di Totò, ma un trend sempre più diffuso tra i risparmiatori tedeschi. La sfiducia nelle banche è talmente diffusa che anche in Germania i cittadini hanno recuperato l’antica abitudine di conservare i beni di valore nei posti meno raggiungibili delle proprie abitazioni. La tendenza è dimostrata chiaramente da un dato: il raddoppio delle venditedi casseforti casalinghe.

    “Riporre i soldi in banca non paga e vieni pure tassato”, dice Uwe Wiese, pensionato 82enne che ha acquistato una cassaforte inespugnabile per nascondere circa 53mila euro di risparmi. In particolare, la scelta di conservare il cash sotto il materasso è dovuta al timore che le banche facciano ricadere sui correntisti il costo dei tassi di deposito negativi per rivitalizzare l’inflazione. Lo spauracchio è che a breve tutte le banche inizino ad imporre tassi d’interesse negativi, com’è già successo nel piccolo comune di Gmund. Qui, nel cuore della Baviera, una banca cooperativa, la Raiffeisenbank, si riserva di addebitare ai propri clienti lo 0,4%in più sui depositi superiori a 100mila euro, a partire dal primo settembre. Si tratta di 140 clienti con risparmi totali pari a circa 40 milioni.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 2 Persona/e
    1. TopGan
    2. Tek Service

    Nessuno ha commentato questo post

  5. In data 31/08/2016 08:01:13 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Incastrati dalla diretta fatta da una donna che passava di lì, guardate cosa facevano… Facciamo girare!

    Sta spopolando in tutta italia un video di una diretta su YouTube girato da una coraggiosa donna. Ci troviamo a Roma nel quartiere di Torre Angela. La donna ha notato dei ragazzi che scaricavano i propri “rifiuti” nel parco, quello che ha fatto per difendere il territorio in cui vive è davvero onorevole. Molte persone sarebbero passate di lì senza dire niente, ma lei questa volta ha deciso di reagire, stanca di tutto questo.

    La signora ha intravisto dei ragazzi fermarsi con la propria auto sul ciglio della strada, dopo esser scesi hanno iniziato a scaricare della ferraglia nel prato vicino la strada. La prontezza della donna è da ammirare, ha preso subito il cellulare ed ha iniziato a riprendere il tutto con la propria telecamera, ma non si è fermata qui ha deciso di fare una diretta su YouTube. Un’idea ottima per tutelarsi da eventuali minacce o aggressioni.

    Un gesto che dovrebbe farci riflettere tutti per cominciare ad imitare la sua coraggiosa prodezza per difendere il nostro territorio dai soprusi delle persone che credono di poter fare qualunque cosa restando impuniti. Ogni giorno silenziosamente moltissime persone inquinano buttando qualsiasi cosa in strade e prati. Dobbiamo dire basta! Ecco il video di questa coraggiosa donna:



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 2 Persona/e
    1. TopGan
    2. Tek Service

    Nessuno ha commentato questo post

Pagine: first pre 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 next last T.: 284

capabarra21lg.gif

LE TUE MANI

Grande è la gioia che provo quando posso stringere le tue mani.
Sento esprimere tutte le cose che non mi hai mai detto,
sento che ancora mi vuoi bene,
anche se non te l'ho mai chiesto.
Nelle tue mani ho messo il mio cuore
e tutto l'amore vero e sincero.
Il tempo è passato ma il mio sentimento non è mai cambiato è ancora forte e vivo.
Spero ancora di stringere le tue mani,
sentire che col pensiero mi sei vicina.
Ti prego! non negarmi la gioia di un tuo saluto
e la speranza che un giorno non lontano,
ancora io possa stringere le tue mani.

capabarra39ec.gif e-mail0.gif posta.jpg