logo
Newseletter Accedi Registrazione Lavora Con Noi Aiuto


topgan gmail facebook twitter linkedin instagram

logo in movimento
Logo
sito

La Bacheca del sito di TopGan da dove potete vedere quello che succede nel sito e potete postare quello che pensate e pubblicare i vostri articoli, annunci tutto gratuitamente.
Se volete condividere in questa bacheca il vostro sito o articolo e una pagina inserite questo codice qui sotto nel vostro sito o pagine da condividere e poi basta un click e tutto sarà condiviso.

Modificate la parte dove dice: Url della tua pagina con l’url da condividere.

<a title="Aggiungi a TopGan" rel="nofollow" target="_blank" href="https://www.topgan.it/sharing?url=Url della tua pagina"><img style="width: 100%" src="https://www.topgan.it/Images/topgan-logo-255x252.png" alt="topgan"></a>

Nuovo Post
annulla
  1. In data 16/11/2016 20:21:10 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    NIENTE VISITA AL CANTIERE: OPERAI FINCANTIERI CACCIANO RENZI DALLA LORO FABBRICA!


    Un gruppo di operai Fincantieri e studenti si è radunato davanti all’ingresso del Cantiere navale di Palermo, dove era atteso il premier Matteo Renzi.

    I manifestanti intendono partecipare al sit in indetto dalla Fiom per protestare contro le politiche industriali del governo e dire no alla riforma costituzionale. La protesta ha fatto saltare la visita del premier, che in questo momento sta incontrando i rappresentanti del mondo agricolo al teatro Politeama. Secondo quanto apprende l’Ansa da fonti di Fincantieri, Renzi&nbsp;si sposterà direttamente a Cinisi per chiudere la due giorni siciliana con un incontro con le categorie produttive.
    “Questo governo non è intervenuto sulla crisi dello stabilimento Fincantieri di Palermo – dice il segretario provinciale della Fiom di Palermo Angela Biondi – nonostante il governo sia l’azionista di maggioranza del gruppo leader della cantieristica navale”. Intanto, parte di via dei Cantieri è off limits alle auto; il traffico è stato deviato nelle strade limitrofe, mentre l’area antistante l’entrata del cantiere è transennata dalla forze dell’ordine.




    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 2 Persona/e
    1. TopGan
    2. Aricia

    Nessuno ha commentato questo post

  2. In data 16/11/2016 18:24:00 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Prima Di Iniziare Posa Il Cappello Per Terra, Ciò Che Fa Subito Dopo è Incantevole

    Martin Hurkens, vincitore del “Holland’s Got Talent”, si è travestito da artista di strada ed ha interpretato il celebre brano “You Raise Me Up”, affascinando tutti i passanti di strada che si sono fermati ad ascoltarlo incantati. Ecco la sua emoziaonante esibizione.

    CONDIVIDI ANCHE TU QUESTO VIDEO, TAGGA I TUOI AMICI E NON DIMENTICARE DI CLICCARE “MI PIACE” IN QUESTA PAGINA!


    Immagine Post
    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 2 Persona/e
    1. TopGan
    2. Aricia

    Nessuno ha commentato questo post

  3. In data 15/11/2016 09:21:38 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Arriva il prelievo forzoso sui nostri conti correnti

    Si prepara una nuova stangata. Blitz di almeno due istituti: aumentati i costi di gestione per finanziare il salvabanche

    Si prepara una nuova stangata: quella per pagare i salvataggi di Banca Etruria, Banca Marche, CariFerrara e CariChieti e altri istituti minori in dissesto.

    Finora lo hanno già deciso due tra le principali banche italiane: Ubi e Banco Popolare. Altri, come Unicredit, hanno alzato i costi di alcuni profili di conto corrente, pur negando che, una simile manovra, sia collegata alta crisi dei quattro istituti di credito.
    A scoperchiare il calderone è stato ieri il quotidiano online Linkiesta. Il Giornale ha contattato i tre istituti coinvolti, ricevendo conferma da parte di Banco e di Ubi.

    Più in dettaglio, Banco Popolare sta informando i correntisti (a cui è riconosciuto il diritto di recesso) che sarà imposta una tassa una tantum di 25 euro da pagarsi a fine dicembre. «Ci siamo trovati a dover pagare 152 milioni di euro circa al Fondo di Nazionale di Risoluzione (che, in caso di default, copre il singolo correntista fino a 100mila euro), rispetto alle poche decine di milioni che versavamo abitualmente. Abbiamo preferito affrontare con chiarezza la situazione piuttosto che inserire dei costi nascosti tra le righe dei contratti» affermano fonti vicine all'istituto veronese.

    Quanto a Ubi Banca, il quinto gruppo bancario italiano, interpellato in merito fa sapere che: «L'incremento di 12 euro annui del canone dei conti correnti non è legato a tassi di interesse bassi o negativi o alle condizioni generali dell'economia, ma a un vero e proprio aumento dei costi di produzione che la banca sostiene per detenere i depositi della clientela. Tra questi anche il fondo interbancario. Costi che nel solo 2016 ammonteranno a circa 60 milioni e che in precedenza non c'erano. Questi costi verranno condivisi con i clienti (il recupero degli stessi per la banca non è integrale) che in cambio ne riceveranno una sorta di ulteriore assicurazione» sostengono fonti interne.

    Il Fondo, secondo quanto previsto dalle direttive europee (2014/49/UE e 2014/59/UE), costituisce preventivamente le risorse necessarie affinché, nel caso in cui si verifichi il dissesto di una banca, sia assicurato un rimborso delle somme depositate dai clienti entro il limite massimo di 100mila euro. Ma, se il Fondo Interbancario è sostenuto da tutte le banche presenti sul territorio nazionale in modo proporzionale alle rispettive dimensioni dei singoli istituti di credito, c'è da attendersi che, la tassa sui conti, più o meno diretta, venga imposta, quanto prima, anche da tutti gli altri istituti.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 3 Persona/e
    1. TopGan
    2. Moreira Carla
    3. Aricia

    Nessuno ha commentato questo post

  4. In data 07/11/2016 10:11:32 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Il 14 novembre arriva la Superluna: sarà la più grande e luminosa dal 1948

    Il 14 novembre ci sarà la Superluna. Il satellite della Terra non era così luminoso e grande dal 1948

    Il 14 novembre vi conviene alzare gli occhi al cielo, perché sta per arrivare la Superluna! Una Luna davvero speciale che, secondo gli scienziati, sarà la più grande e luminosa dal 1948. Il prossimo 14 novembre infatti la Luna sarà in una fase di plenilunio, ma anche al perigeo, ossia alla minima distanza dal pianeta Terra. Per questo apparirà nel cielo più grande e luminosa del solito.

    Era da 68 anni, ossia dal 26 gennaio 1948 che la Luna non si avvicinava così alla Terra percorrendo la sua orbita ellittica. All’epoca si avvicinò al nostro pianeta a 356.461 km, questa volta farà di più arrivando, secondo gli ultimi dati, a 356.445 km di distanza dalla Terra.

    Ma da dove nasce la Superluna? Il satellite che con la sua bellezza ha ispirato poeti e cantanti, percorre un’orbita ellittica. Questo significa che la sua distanza dalla Terra varia passando da un valore minimo, detto perigeo, a circa 356.410 km, ad uno massimo, detto apogeo, a circa 406.740 km. Fra i punti di massimo e di minimo c’è una differenza di circa 50.000 chilometri, che fa apparire la Luna al perigeo il 14% più grande e il 30% più luminosa. Il fenomeno è ciclico e è non raro, ma comunque sia molto spettacolare.

    Quando si trova all’apogeo la Luna appare più piccola, mentre quando è al perigeo è più grande. Il primo a coniare il termine Superluna fu Richard Nolle. Lo studioso ha usato questo termine per definire un “novilunio o plenilunio che si verifica quando la Luna si trova al o vicino (entro il 90% del) punto di minima distanza dalla Terra in una data orbita (ossia a 361.836 km di distanza)”. Considerando questa definizione si verificano ogni anno in media circa 4 e 6 Superlune.



    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 2 Persona/e
    1. TopGan
    2. Aricia

    Nessuno ha commentato questo post

  5. In data 13/11/2016 18:24:22 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Lavoratori precoci uniti manifestano a Torino e Palermo per i 41 senza se e senza ma

    Si è svolta la manifestazione annunciata a Torino e Palermo indetta e organizzata dai Lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti 

    Torino, migliaia in piazza: "La legge iniqua Fornero va cambiata"

    Da Porta Susa a piazza Castello, iscritti al gruppo precoci e semplici cittadini per protestare contro il provvedimento sulle pensioni.
    "Chiedere a questo governo di cambiare legge Monti Fornero sulle pensioni una legge iniqua che non permette a chi ha lavorato tanti anni di andare in pensione e ai giovani di iniziare a lavorare". È la richiesta che parte dalle migliaia di lavoratori che hanno attraversato il centro di Torino per corteo di protesta contro la legge Fornero organizzato dal Gruppo Lavoratori Precoci che si è concluso in piazza Castello.
    La dichiarazione di un Partecipante nella sua integrita:

    12/11/2016 Oggi, nella bellissima e coinvolgente manifestazione di Torino ho ritrovato Amici che non vedevo da quella di Roma; e ne ho conosciuto altri che avevo solo visto su Facebook. Abbiamo tutti storie diverse e abbiamo anche qualche ruga, bellissima ruga che ci siamo conquistati duramente nel corso della vita; ma tutti uguali nella voglia di lottare contro una legge ingiusta e infame che ci ha condannato a continuare a lavorare oltre ogni possibile ragionevolezza, lavorare per continuare a mantenere i privilegi di una casta autoeletta e autoreferenziale. 
    Adesso basta. 
    Adesso non ne possiamo più! Restituiteci i nostri soldi e la nostra dignità, e fate in modo che la stessa dignità e una vita migliore sia data ai nostri figli, dandogli insieme a un lavoro la possibilità di crescere, formarsi una famiglia e avere dei figli e che anch'essi possano poi avere un futuro sempre,sempre migliore. Sì perché poi in fondo è questo lo scopo della nostra vita: il bene comune, andare avanti in un mondo migliore dove la gente possa avere certezze, dignità, e felicità....... 
    Tutte cose che adesso questa casta, al soldo della grande finanza ci sta togliendo. Forza brava gente, continuiamo a lottare e crederci, saremo noi il cambiamento, per noi , per i nostri figli e per le generazioni future. 
    41 senza se e senza ma.



    Immagine Post
    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 3 Persona/e
    1. TopGan
    2. Aricia
    3. Moreira Carla

    Nessuno ha commentato questo post

Pagine: first pre 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 next last T.: 326

capabarra21lg.gif

LE TUE MANI

Grande è la gioia che provo quando posso stringere le tue mani.
Sento esprimere tutte le cose che non mi hai mai detto,
sento che ancora mi vuoi bene,
anche se non te l'ho mai chiesto.
Nelle tue mani ho messo il mio cuore
e tutto l'amore vero e sincero.
Il tempo è passato ma il mio sentimento non è mai cambiato è ancora forte e vivo.
Spero ancora di stringere le tue mani,
sentire che col pensiero mi sei vicina.
Ti prego! non negarmi la gioia di un tuo saluto
e la speranza che un giorno non lontano,
ancora io possa stringere le tue mani.

capabarra39ec.gif e-mail0.gif posta.jpg