Add to del.icio.us Digg! Share on Facebook Reddit! Stumble it! Share on Twitter
Condividi: facebook twitter

Bacheca del sito

La Bacheca del sito di TopGan da dove potete vedere quello che succede nel sito e potete postare quello che pensate e pubblicare i vostri articoli, annunci tutto gratuitamente.

Può Pubblicare Articoli o Messaggi solo un utente registrato.
Per Pubblicare un Articolo o Messaggio:
eseguire l'Accesso oppure creare un account.
  Annulla
  1. In data 27/03/2018 07:24:51 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Corte dei Conti, il costo allo Stato di ogni richiedente asilo è di 203 euro al giorno. (altro che 35)

    E poi non ci sono i soldi per i poveri italiani che hanno lavorato per 41 anni

    Per l’accoglienza degli immigrati sul territorio italiano, nel 2016, il Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo, gestito dal Ministero dell’interno, senza includere i costi c.d. “indiretti”, ha registrato impegni finanziari per complessivi 1,7 miliardi di euro.

    Se non visualizzi il documento non si dispone di Adobe Reader o il supporto PDF in questo Web browser.
    Clicca qui per scaricare il PDF.


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  2. In data 25/03/2018 17:44:02 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Olga Cappiello e Annalisa Prato vincono sui tracciati granfondo e mediofondo della Granfondo Tarros Montura


    25 marzo 2018, Milano – Il Team De Rosa Santini ha festeggiato una doppia vittoria al termine della Granfondo Tarros Montura, svoltasi a La Spezia domenica 25 marzo: sono state Annalisa Prato e Olga Cappiello ad ottenere il successo rispettivamente nel tracciato mediofondo, da 87 km e 1700 m di dislivello, che in quello granfondo, da 109 km e 2300 m di dislivello, della prova ligure.

    La manifestazione ha preso il via dalla costa spezzina per imboccare immediatamente la prima asperità di giornata dopo appena 2 km: è stato già nel corso della prima ascesa che si sono sgranati i ranghi e la gara ha acquisito la propria fisionomia, con la Prato a prendere la testa della corsa per mantenerla poi fino al traguardo: è stato così un arrivo in solitaria quello della diciannovenne cuneese, che ha distanziato di 5’50” Chiara Turchi (Ciclo Team San Ginese), seconda, e si 8’04” Claudia Bertoncini (Velo Club Maggi 1906) terza. Sorte analoga per la Cappiello, che si è aggiudicata il gradino più alto del podio con 5’36” di vantaggio su Oriana Goretti (MBM Le Querce) e 6’23” su Cristina Coletti (Team Hors Categorie). In campo femminile, sempre sul percorso granfondo, bene anche Lorenzina Rosset, decima.


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  3. In data 25/03/2018 16:49:16 a pubblicato
    Salvatore Cappiello
    Salvatore Cappiello


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Auto senza conducente, a Torino si svolgeranno le prime sperimentazioni in Italia


    Auto senza conducente, a Torino le prime sperimentazioni in Italia: FCA, General Motors e altri colossi pronti a investire sulla nostra città

    Le auto senza conducente, a Torino, saranno ben presto una realtà consolidata.

    I nuovi veicoli, privi del guidatore, saranno testati nel capoluogo piemontese per la prima volta nel nostro PaeseL’amministrazione comunale, infatti, si è mossa con un protocollo, già sottoscritto.

     
    Il documento ha esplicitato l’obiettivo di rendere Torino la città laboratorio per la guida autonoma e connessa in ambito urbano. Un progetto al quale hanno lavorato gli Assessorati alla Mobilità, all’Innovazione e alle Attività Produttive
    L’impegno in prima linea di Palazzo Civico in questa direzione potrebbe portare numerosi benefici. All’ombra della Mole potranno essere infatti effettuati investimenti sia in ambito produttrivo che scientifico. Saranno privilegiati nuovi poli della produzione e laboratori di ricerca, per sviluppare al meglio questo nuovo business.
    I principali soggetti coinvolti saranno FCA, General Motors, Italdesign, Tim, Open Fiber e Politecnico. Questi operatori, impegnati nell’automotive e nell’innovazione, dovranno scegliere Torino come città per avviare i propri progetti.
    Una formalità, dato che sono state già predisposte alcune delle condizioni necessarie per dare il via agli studi e ai lavori. La nostra città risulta essere già all’avanguardia rispetto alle altre realtà italiane grazie alla presenza di infrastrutture come la fibra ottica e le tecnologie di rilevamento del traffico. Requisiti che consentono di dare vita a una “strada intelligente”.
    Insomma, Torino prosegue il suo percorso di evoluzione tecnologica e cerca di consolidarsi sempre di più come punto di riferimento di eccellenza nell’innovazione.
    (Foto tratta da Smart Week)

    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 2 Persona/e
    1. Salvatore Cappiello
    2. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  4. In data 24/03/2018 07:34:03 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Sembra che Salvini abbia preso la strada giusta.


    Ieri si sono svolte tre delle votazioni alla camera e senato con un nulla di fatto, e finalmente nella alla fini Salvini a mostrato un po’ di carattere aprendo un po’  al conseguimento delle due camere facendo il nome di Bernini.

    Questo a scatenato una forma di rottura nel centro destra sarà vero ho una messa in scena?

    Ora dico a Salvini vedi con chi ti sei alleato? Invece di ringraziarti per aver comunque fatto un nome di F.I. loro come ti trattano?

    A questo punto malandali a quel paese e nomina un nome della Lega “se mai il tuo” e forma un governo con i 5 stelle e vedrai che il tuo partito crescerà moltissimo.

    Il popolo quando vota, mette una croce sul simbolo del partito ed è convito di dare un voto al partito al programma che ha presentato mica calcola le coalizioni.

    Sono moltissimi a non capirle queste coalizioni si dovrebbe presentare con un solo simbolo di coalizioni, ma se fosse stato fatto cosi non avreste prese nessun voto sareste morti come lo è F.I.

    Quindi Salvini mandali a F……..
    Qui sotto l'articolo del Corriere della Sera:

    Se non visualizzi il documento non si dispone di Adobe Reader o il supporto PDF in questo Web browser.
    Clicca qui per scaricare il PDF.


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  5. In data 23/03/2018 08:55:25 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    La Svizzera cerca contadini Paga mensile tremila euro

    Primo mese con stipendio di 2200 euro, dal secondo si sale a 3100: occasione frontalieri, solo 2mila su 300mila lavorano in agricoltura

    CANTON TICINO - Contadino in Canton Ticino? Stipendio da più di tremila euro al mese. E le aziende agricole d’oltreconfine, a corto di personale, sono pronte ad assumere i rifugiati. «Il salario minimo legale è di 2300 franchi il primo mese e 3200 franchi dal secondo». Vale a dire, rispettivamente, 2200 euro e 3100 euro circa di stipendio. Una paga estremamente allettante per chi vive da questa parte della frontiera.

    Come adeguarsi al referendum?

    Mentre la politica federale svizzera discute sulle modalità di applicazione delle forme di contingentamento dei lavoratori frontalieri, sulla base dell’esito del referendum sull’immigrazione di massa del febbraio 2014, in Ticino ci sono settori produttivi che sono affannosamente alla ricerca di personale da impiegare. È il caso delle aziende agricole, che soffrono una mancanza di manodopera a cui hanno finora supplito, in larga parte, con l’assunzione di immigrati provenienti da Paesi come la Polonia o il Portogallo. Quello nei campi è uno di quei lavori che i ticinesi non intendono svolgere, anche perché faticoso e pagato leggermente meno di quelli degli altri settori. Tanto che nei giorni scorsi, per poter sperare di individuare nuove risorse umane da impiegare nelle loro attività, gli agricoltori elvetici riuniti nella loro associazione di categoria, l’Unione Svizzera dei Contadini, insieme al Segretariato di Stato, ha avviato un progetto pilota in dieci fattorie, tra cui una nella Piana di Magadino, vicino Locarno, allo scopo di assumere rifugiati per integrarli nella Confederazione, sgravando gli enti locali dei costi del mantenimento di questi soggetti.

    Fame di personale

    Ma le condizioni praticate sembrano estremamente allettanti anche per i nostri disoccupati in cerca di una mansione, soprattutto se frontalieri e non costretti al costo della vita del Canton Ticino. «Noi paghiamo il minimo legale salariale - spiegano dall’Unione contadini ticinesi - ovvero 2300 franchi il primo mese e 3200 a partire dal secondo. Offriamo i salari previsti dai contratti di categoria». Volendo tradurre nella nostra moneta, si tratterebbe di partire con uno stipendio da circa 2200 euro per il primo mese di impiego, per passare già dal secondo mese a circa 3100 euro al mese di stipendio. Ma se, come sottolinea il docente di politica migratoria dell’università di Neuchatel Etienne Piguet, «nel settore agricolo in Svizzera c’è penuria di personale», non si capisce perché questa opportunità non possa essere colta anche dai lavoratori frontalieri. Gli ultimi dati disponibili, aggiornati al 2013, parlano di appena poco più di duemila frontalieri impiegati in agricoltura in tutta la Svizzera, su quasi 300mila lavoratori provenienti residenti all’estero (sono circa 70mila in Ticino).


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

Pagine: first pre 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 next last Pagine Totale: 220   

capabarra21lg.gif

LE TUE MANI

Grande è la gioia che provo quando posso stringere le tue mani.
Sento esprimere tutte le cose che non mi hai mai detto,
sento che ancora mi vuoi bene,
anche se non te l'ho mai chiesto.
Nelle tue mani ho messo il mio cuore
e tutto l'amore vero e sincero.
Il tempo è passato ma il mio sentimento non è mai cambiato è ancora forte e vivo.
Spero ancora di stringere le tue mani,
sentire che col pensiero mi sei vicina.
Ti prego! non negarmi la gioia di un tuo saluto
e la speranza che un giorno non lontano,
ancora io possa stringere le tue mani.

capabarra39ec.gif e-mail0.gif posta.jpg