logo-300x80.png Il sito di TopGan.it

La Bacheca del sito di TopGan da dove potete vedere quello che succede nel sito e potete postare quello che pensate e pubblicare i vostri articoli, annunci tutto gratuitamente.

Nuovo Post
annulla
  1. In data 29/10/2019 08:04:06 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Ecco come funziona la Bestia della Lega. Report indaga sulla “macchina della paura” con una nuova inchiesta dedicata alla propaganda politica sui social

     28 Ottobre 2019 

    dalla Redazione
    PoliticaREPORT RANUCCI

    “Su internet la macchina della paura non dorme mai. Produce notizie false, manipola le informazioni e propaganda dati truccati. Oggi la disinformazione è diventata il principale strumento di lotta politica e il campo di battaglia sono i social network. Facebook e Youtube si sono trasformati nel principale megafono della propaganda neonazista, rilanciata ormai apertamente anche dai leader nazionali dei partiti di destra”. E’ quanto scrive la redazione di Report annunciando una nuova inchiesta che andrà in onda questa sera (21.20 Rai Tre).

    “I contenuti della macchina della paura – si legge ancora nell’anticipazione del servizio di Giorgio Mottola – diventano virali grazie a inserzioni a pagamento, reti di pagine farlocche e account automatizzati. Si chiamano bot e sui social simulano il comportamento umano per diffondere e amplificare la propaganda di un leader o di un partito. In Italia li usano tutti: politici, giornali e aziende private. Report ha intervistato in esclusiva, a volto scoperto, uno dei più importanti programmatori di bot che su Facebook e Twitter è riuscito a rendere virali i messaggi di uno dei partiti oggi al governo”.

    Si chiamano bot, sono account automatici che sui social simulano il comportamento umano per diffondere e amplificare la propaganda di un leader o di un partito. In Italia li usano tutti: politici, giornali e aziende private. Questa sera l'inchiesta di Giorgio Mottola

    RAIPLAY.IT
    L'inchiesta di Giorgio Mottola lunedì 28 ottobre alle 21.20 su Rai3. Si chiamano bot, sono account automatici che sui social simulano il comportamento umano per diffondere e amplificare la propaganda di un leader o di un partito. In Italia li usano tutti: politici, giornali e aziende private.


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  2. In data 28/10/2019 08:33:55 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    La vera ragione delle elezioni UMBRE

    Il Punto e che non si è mai visto nella durata dei miei 60 anni una campagna elettorale di 2 anni cosi afferrata e martellante contro un partito come in questi ultimi due anni “5 stelle”.

    E questo perché tutti i poteri forti, i giornalisti, gli evasori, i parlamentari, le TV, ecc.. vedendo che i 5 stelle non erano solo parole ma appena andati al governo hanno cominciato a fare i fatti contro di questi.. E chi secondo voi non si sarebbe difeso con le unghie e con i denti?

    Persino la lega partito che da sempre si è alleato con chiunque stava al governo per il potere e se non gli viene concesso a sempre fatto cadere il governo in cui faceva parte. Partito che la storia ci insegna che negli scandali c'era sempre pur di avere il suo profitto personale senza mai farsi scrupolo, l’hanno fatta apparire come il partito del cambiamento in questi due anni di campagna elettorale.

    Vedi il Popolo non sempre segue la politica e quindi non si ricorda il passato, almeno la maggioranza certo che non tutti e questo pero con un martellio continuo in TV, sui giornale, ed ogni forma di comunicazione a fatto si che quelle poche volte che un cittadino si soffermava a vedere TV per leggere cosa trovava, solo il martellio continuo che lo hanno convito che la lega era il cambiamento e non più i 5 stelle, esattamente il contrario.

    Nemmeno il fatto che era già al governo e se davvero voleva fare qualcosa per gli Italiani si trovava al posto giusto per poterlo fare, ma SICCOME NON GLI IMPORTA UN FICO SECCO, pur di non far venire alla luce le sue promesse fasulle, ha fatto cadere il governo proprio quando c'era una crisi e una finanziaria moltissimo scomoda e chiedendo di andare al voto, sapendo benissimo che se si ritornava al voto non sarebbe stata lei colpevole del disastro, perché non sarebbero loro i responsabili visto che al massimo vincendo le elezioni si sarebbero insidiato dopo il disastro, cosi sicuramente potevano solo fare anche se minimamente miglioramenti.

    Ed al popolo questo e stato nascosto molto bene dalla compagna mediata continua ed incessante.. “come si dice una goccia di acqua continua scalfisce pure la roccia”.

    AUGURI UMBRI ED ITALIANI, SE NON APRITE GLI OCCHI E NON DIVENTATE DIAMANTI, IN MODO DA NON ESSERE SCALFITI NEMMENO DALLA GOCCIA SARA LA ROVINA.

    Immagine Post
    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 2 Persona/e
    1. TopGan
    2. Florentina Trifonova

    Nessuno ha commentato questo post

  3. In data 26/10/2019 17:07:49 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Aruba sceglie Torino: la nuova sede sorgerà vicino al Politecnico

    Sarà un polo d'innovazione d'eccellenza

    A Torino, entro la fine dell'anno, sorgerà la nuova "sotfware factory" di Aruba. La location sarà vicino al Politecnico e nel giro di un anno arruolerà 15- 20 professionisti. E costituirà una piccola svolta per la società nata nel 1994, perché dopo anni trascorsi a diventare la più importante fornitrice italiana di servizi di data center e registrazione di domini web, Aruba vuole crescere anche nella creazione di programmi informatici.

    Ma perchè Torino? Come evidenza la nota dell'azienda, perchè la città "già vede un importante indotto strategico a livello tecnologico e un bacino di risorse e talenti su cui contare per portare avanti le attività di sviluppo previste nelle varie fasi del progetto". L’obiettivo è di creare una struttura in grado di coprire l’intero ciclo di sviluppo dei software, che riguarderanno segmenti come il cloud computing, la sicurezza dei dati, la digitalizzazione della pubblica amministrazione, ma pure intelligenza artificiale, internet delle cose, blockchain.

    "È un’opportunità volta a coinvolgere talenti e appassionati del settore dell’information technology - spiega Andrea Lugo, direttore risorse umane -. Mai come in questo periodo di trasformazione digitale, stiamo assistendo a un fermento e proprio lo sviluppo software è un elemento imprescindibile all’interno del business, in quanto rappresenta un mezzo fondamentale attraverso cui si crea l’interazione tra azienda e cliente". E prosegue:" La nostra software factory nasce con l’obiettivo di fornire esperienze e non solo funzionalità, fissando nuovi standard di innovazione all’interno di un business che si affianca e supporta quello dei data center, che ci ha ormai resi noti in tutta Europa e non solo".

    Verranno arruolati architetti informatici, responsabili di progetto, analisti e sviluppatori e via via il nucleo iniziale di professionisti andrà aumentando. Il tutto avverrà con il supporto di Experis, la società di Manpower specializzata nella ricerca di talenti di questo tipo, che per la “factory” ha grandi progetti:


    Immagine Post
    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  4. In data 24/10/2019 11:19:35 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Omocisteina: l’esame che i medici non prescrivono mai ma che può salvare la vita. Indovinate perché?

    Durante gli esami di routine siamo abituati a controllare valori quali: colesterolo, emoglobina, glicemia, ferritina, sideremia, colesterolo, ma perché mai nessun medico prescrive il conteggio dell’omocisteina?Prescritto solo in gravidanza per valutare la possibilità di danni da spina bifida, dovrebbe essere controllato a tutti, costa solo 12 euro per chi non è esente da ticket eppure nonostante ciò, nessuno ne è a conoscenza di quanto questo esame sia importante. Controllare l’omocisteina significa potersi salvare la vita in tempo, infatti, rappresenta un campanello d’allarme che potrebbe metterci in guardia per tante patologie, aiutando ogni paziente a capire i veri fattori che lo influenzano. Ma perche i cari medici non lo prescrivono se è un parametro cosi importante ed un vero salvavita? Cosa c’è sotto? Semplice distrazione o forse si coprono sporchi interessi di parte? Forse una prevenzione così facile porterebbe ad un tracollo economico sul campo delle medicine e visite? Ebbene cari lettori, la risposta è molto semplice: noi poveri pazienti non dovremmo sapere che l’omocisteina è un vero killer per la salute, è un amminoacido che smaschera il business ed è per questo che non è prescritto, per sporchi interessi economici da chi ci guadagna ma che in realtà, allo stesso tempo, ci inganna a fare “falsa”prevenzione facendoci fare dei check-up non propriamente sufficienti.

    Cerchiamo di capirne di più: fattori di rischio

    L’Omocisteina è un amminoacido presente nelle proteine, presente in latticini e uova e quando è in eccesso causa danni superiori al colesterolo. Rappresenta un valore ematico fondamentale, indica un fattore di rischio pericolosissimo perché genera trombosi, infarti, embolie, Alzheimer ed è causa di morte improvvisa per circa 400.000 casi solo in Italia. E’un vero è proprio killer silente!

    Alcuni danni causati da un aumento di omocisteina, iperomocisteinemia

    1.     cancro

    2.     alzheimer

    3.     spina bifida

    4.     ictus / trombosi

    5.     malattie vascolari

    6.     malattie cardiache

    7.     depressione

    Alcune cause che concorrono all’aumento di omocisteina

    1.     Sedentarietà e lo stile di vita

    2.     Caffeina

    3.     Polveri sottili e l’inquinamento 

    4.     Farmaci

    5.     Carenza vitamine B2, B6, B12 ed acido folico  

    6.     Vitamina D

    7.     Difetto genetico

    8.     Ipotiroidismo

    9.     Psoriasi,

    10.  Lupus eritematoso sistemico

    11.  Artrite reumatoide

    12.  Sindrome metabolica

    13.  Sclerosi multipla

    14.  SLA

    15.  Alcolismo

    16.  Tabagismo

    Cari lettori, uomini e donne avvisati, mezzi salvati!

    Immagine Post
    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  5. In data 24/10/2019 10:55:04 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    In manovra anche il «bonus facciate»: detrazione del 90% per chi rifà gli esterni

    La nuova agevolazione che verrà inserita nella manovra prevede un credito fiscale del 90% per chi nel 2020 avvierà il restauro della facciata di casa o del condominio, in centro storico o periferia, nelle grandi città o nei piccoli comuni

    Un aiuto fiscale per il maquillage di palazzi e condomini. La novità spunta a sorpresa in coda al comunicato con cui Palazzo Chigi ha riassunto i 12 punti salienti del decreto fiscale e della legge di bilancio 2020 approvati «salvo intese» nella notte del 15 ottobre nel quadro del Documento programmatico di bilancio trasmesso a Bruxelles. Oltre a una serie di proroghe (bonus riqualificazione energetica e ristrutturazioni, bonus mobili), i provvedimenti in cantiere introducono per il 2020 «una detrazione per la ristrutturazione delle facciate esterne degli edifici (il «bonus facciate») per dare un nuovo volto alle nostre città». Per il Centro studi dell'Associazione nazionale costruttori edili il giro d'affari che potrebbe essere innescato dal nuovo incentivo vale almeno 2,8 miliardi di euro l'anno. La stima dell'Ance si basa sugli effetti finanziari previsti nel Documento programmatico di bilancio, che prevede per il "bonus facciate" un costo complessivo per l'erario di circa 112 milioni di euro nel 2021, il primo anno in cui si manifesteranno gli effetti finanziari sul bilancio statale. A "sponsorizzare" su Twitter la detrazione - che allarga ulteriormente la famiglia dei "bonus" fiscali utilizzabili dagli italiani - è il ministro dem dei Beni culturali Dario Franceschini. Nella manovra, esulta il ministro, c'è «una norma coraggiosa che renderà più belle le città italiane. Con il #bonusfacciate un credito fiscale del 90% per chi rifà nel 2020 la facciata di casa o del condominio, in centro storico o periferia, nelle grandi città o nei piccoli comuni!». La proposta trae ispirazione da una famosa legge francese degli anni sessanta (la cosiddetta loi Malraux, dal nome dello scrittore e politico André Malraux, ministro della Cultura tra il 1959 e il 1968), che ha cambiato l'immagine di molte città della Francia. Il nuovo «bonus facciate» introduce ora nel nostro ordinamento, per il prossimo anno, un credito di imposta del 90% per le spese sostenute per il restauro e il recupero delle facciate degli edifici. Come già per altre misure destinate a promuovere gli interventi di miglioramento edilizi il bonus servirà a rilanciare la cura degli stabili, la riqualificazione del patrimonio edilizio e il risparmio energetico con effetti immediati sull'occupazione nel settore edilizio, sul decoro urbano e sulle entrate fiscali. Le proroghe previste dalla manovra 2020 riguardano invece la detrazione (da suddividere in 10 quote annuali) per gli interventi di ristrutturazione edilizia al 50%, utilizzabile fino al 31 dicembre 2020. Stessa scadenza anche per bonus al 50% o 65% per l'efficienza energetica (installazione di pannelli solari, di impianti dotati di caldaie a condensazione almeno in classe A con sistemi di termoregolazione evoluti, di micro-cogeneratori, di dispositivi per il controllo da remoto degli impianti. Anche in questo caso l'agevolazione è da suddividere in 10 rate annuali, anche per gli immobili degli Istituti autonomi per le case popolari. Prorogato a tutto il 2020 anche il bonus fiscale per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica elevata finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione.


    Immagine Post
    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

Pagine: pre 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 next last Pagine Totale: 253   

capabarra21lg.gif

LE TUE MANI

Grande è la gioia che provo quando posso stringere le tue mani.
Sento esprimere tutte le cose che non mi hai mai detto,
sento che ancora mi vuoi bene,
anche se non te l'ho mai chiesto.
Nelle tue mani ho messo il mio cuore
e tutto l'amore vero e sincero.
Il tempo è passato ma il mio sentimento non è mai cambiato è ancora forte e vivo.
Spero ancora di stringere le tue mani,
sentire che col pensiero mi sei vicina.
Ti prego! non negarmi la gioia di un tuo saluto
e la speranza che un giorno non lontano,
ancora io possa stringere le tue mani.

capabarra39ec.gif e-mail0.gif posta.jpg