Add to del.icio.us Digg! Share on Facebook Reddit! Stumble it! Share on Twitter
Condividi: facebook twitter

Bacheca del sito

La Bacheca del sito di TopGan da dove potete vedere quello che succede nel sito e potete postare quello che pensate e pubblicare i vostri articoli, annunci tutto gratuitamente.

Può Pubblicare Articoli o Messaggi solo un utente registrato.
Per Pubblicare un Articolo o Messaggio:
eseguire l'Accesso oppure creare un account.
  Annulla
  1. In data 23/06/2018 11:36:53 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Metti questo repellente per insetti all’aperto e dì addio alle zanzare per tutta l’estate

    A breve tornerà la bella stagione, gli abiti leggeri, le giornate di sole, le belle serate estive da passare con gli amici.
    E torneranno anche loro: le odiose zanzare! Pronte a rovinarvi le fresche riunioni in giardino o sul terrazzo di casa.
    Ma c’è un modo semplice e completamente naturale per sbarazzarsi delle zanzare e godervi il vostro tempo all’aria aperta.
    Se non vi danno tregua e diventano puntualmente il vostro incubo estivo, preparate questo vasetto che funge da anti-zanzare e contiene gli ingredienti necessari per fermare i loro assalti.

    Inoltre il vasetto è molto grazioso da vedere!

    In commercio ne possiamo trovare tanti di preparati utili a risolvere il problema degli insetti, non tutti efficaci, è vero, e la scelta è vasta.
    Ma perché non prepararlo da noi con ingredienti naturali e riciclando i barattoli di vetro che abbondano in ogni casa?


    Gli ingredienti attivi di questo vecchio rimedio naturale, sono l’olio di limone e di eucalipto: una miscela raccomandata dagli esperti in quanto è un efficace repellente contro gli insetti.
    Quello che vi occorre:
    6 fette di limone , 5 fette di lime, 2 rametti di rosmarino, acqua, olio di eucalipto infuso con limone (7-10 gocce) , 1 candela galleggiante, un vasetto vuoto.


    È possibile trovare l’olio di eucalipto in farmacia, nella para farmacia, nelle erboristerie, oppure online. Non è un prodotto molto costoso.


    L’anti-zanzare non richiede molto tempo per essere preparato. Potete iniziare cinque minuti prima di sedervi e poi finalmente potrete godervi il vostro spazio all’aria aperta senza timore di essere punti.


    Fortunatamente, questi vasi emanano un piacevole profumo, mentre tengono a bada le zanzare e, come dicevamo, sono molti belli da vedere! Perché non provare?
    Avete altri suggerimenti o rimedi per tenere a bada le zanzare? Condivide i vostri consigli nella sezione commenti!
    E non dimenticate di condividere questo articolo con tutti i vostri amici su Facebook, in modo che possano anche loro, godersi un’estate senza zanzare.


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  2. In data 23/06/2018 11:04:30 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Rivoluzione campi rom: i nomadi dovranno pagare tasse e bollette o verranno espulsi


    Ad annunciarlo è stata la sindaca Chiara Appendino, accompagnata dai suoi assessori. L’obiettivo? Porre fine una volta per tutte ai roghi. Ecco cosa prevede il nuovo piano.

    TORINO - E’ una vera e propria rivoluzione quella annunciata da Chiara Appendino sul tema dei campi rom. Per porre fine una volta per tutti ai roghi e ai fumi tossici, l’amministrazione introdurrà un regolamento ferreo per le persone che vorranno vivere in un campo: i rom infatti, dovranno pagare una sorta di tassa di 600 euro per vivere all’interno dei campi, altrimenti verranno allontanati.

    LE REGOLE - Finita qui? Assolutamente no, c’è di più: i nomadi, per ottenere il permesso, saranno obbligati a pagare le bollette, mandare i bambini a scuola, non portare all’interno del campo veicoli senza documenti di circolazione, non allacciarsi abusivamente a luce e acqua, non realizzare opere abusive e non ammassare e accumulare rifiuti. Insomma, l’obiettivo è quello di ripristinare la legalità in alcune zone dove non esistono regole. Inutile negarlo, su questo tema l’amministrazione si gioca un vero e proprio «all in» con i cittadini: Chiara Appendino, in campagna elettorale e durante la presentazione del programma, aveva parlato della chiusura dei campi rom. Oggi, a un anno dall’insediamento, presenta un progetto rivoluzionario non solo a Torino ma in Italia.

    RIVOLUZIONE CAMPI ROM - Il regolamento verrà introdotto nei campi rom di via Germagnano, strada Aeroporto, Sangone e Le Rose, con ogni probabilità già da quest’autunno, magari da settembre. Il permesso inoltre, sarà rinnovabile di anno in anno. Chi non rispetta le regole imposte, verrà immediatamente espulso e perderà il diritto di stare nel campo rom: «Chi non rispetta le regole verrà allontanato» ha spiegato l'assessore all'Ambiente Alberto Unia in Circoscrizione 6. A seguire in attesa spasmodica gli sviluppi di questa vicenda sono soprattutto i cittadini torinesi obbligati a vivere vicino ai campi e a respirare ogni giorno fumi tossici e odori nauseabondi. La speranza è che le novità annunciate possano cambiare le loro condizioni di vita, dopo anni di sofferenza e rabbia. Sulla carta si tratta di un provvedimento davvero rivoluzionario: ora la grande sfida sarà quella di riuscire ad applicarlo.


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  3. In data 19/06/2018 20:03:52 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Auto Elettrica: Mobilità senza limite


    La Sion è la prima vettura elettrica di serie che ricarica la batteria con il sole, per cui devi preoccuparti meno dell’autonomia. Con un’autonomia effettiva di 250 km e un prezzo di 16.000 € (batteria esclusa) la Sion è un'automobile pensata per l’uso quotidiano e dal costo accessibile.

    Se non visualizzi il documento non si dispone di Adobe Reader o il supporto PDF in questo Web browser.
    Clicca qui per scaricare il PDF.


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  4. In data 19/06/2018 18:02:00 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Bozza decreto FER: I nuovi incentivi al fotovoltaico


    Decreto FER 2018 – Nuove prospettive per il fotovoltaico italiano

    La Strategia Energetica Nazionale (SEN 2017) ha introdotto nuovi ambiziosi obiettivi in merito alle fonti rinnovabili di energia, in particolare l’energia prodotta dal fotovoltaico dovrà passare dagli attuali 23 TWh ad un valore di 72 TWh nel 2030 triplicando di fatti la base installata.

    Il primo passo per il raggiungimento di tali obiettivi sarà costituito dal nuovo decreto sulle rinnovabili elettriche (FER) che introduce il ritorno degli incentivi al fotovoltaico, in particolare sono previsti incentivi per impianti con le seguenti caratteristiche:

    ·        Potenza maggiore di 20 kWp;

    ·        Non installati su terreni agricoli, salvo le serre fotovoltaiche;

    ·        Di nuova costruzione (sono quindi esclusi potenziamenti e rifacimenti);

    Provvisti di autorizzazione per la costruzione e l’esercizio e di preventivo di connessione alla rete elettrica.

    Se non visualizzi il documento non si dispone di Adobe Reader o il supporto PDF in questo Web browser.
    Clicca qui per scaricare il PDF.


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  5. In data 19/06/2018 11:26:23 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Def in aula il 19 giugno: le priorità in vista della Legge di Bilancio


    Legge di Bilancio 2019: il governo Conte dopo la pausa estiva sarà alla prese con la definizione precisa degli obiettivi e delle coperture necessarie a sostenere la nuova manovra finanziaria ma il lavoro è già iniziato con il Documento di economia e finanza (Def).

    Tra i temi da affrontare e finanziare con la Legge di Bilancio 2019 la neutralizzazione delle clausole di salvaguardia per evitare l’aumento dell’IVA. Altri temi e capitoli di spesa riguardano le pensioni, con il ritorno di quota 100, e la riforma degli ammortizzatori e sussidi sociali, con il reddito di cittadinanza che non è chiaro se e come sarà finanziato già a partire dall’anno prossimo.

    Tra le altre materie da affrontare nelle maglie della Legge di Bilancio 2019 i bonus fiscali, gli sgravi per le assunzioni di giovani a tempo indeterminato, le misure a favore delle imprese, la flat tax e l’eventuale definizione di nuovi incentivi e investimenti.

    Il ministro del lavoro e dello Sviluppo Luigi Di Maio ha chiarito più volte, anche oggi, che l’Iva non aumenterà, ma dove saranno trovate le coperture questo ancora non è dato sapere. Maggioranza e governo intanto stanno lavorando al Documento di economia e finanza, "anticipo" della Legge di Bilancio (ex legge di Stabilità) che verrà.

    La sterilizzazione delle clausole di salvaguardia Iva costerebbe 12,5 miliardi. La prima fase del reddito di cittadinanza, con la riforma dei centri per l'impiego “solo” 2 miliardi; la prima tranche della flat tax molto di più, 30 miliardi di euro. Il Def sarà in aula per il voto martedì prossimo, 19 giugno.

    Nella bozza del Documento di programmazione economica e finanziaria le priorità sono appunto bloccare gli aumenti di Iva e accise e tracciare rapidamente un nuovo quadro di finanza pubblica che rispetti gli "impegni europei sui saldi 2018-2019" ma che sia compatibile con gli "interventi prioritari" definiti nel discorso programmatico del governo Conte. 

    Per evitare l’aumento dell'Iva si potrebbe agire sul deficit alzando l’asticella all'1,5% del Pil dall’attuale previsione dello 0,8% ma poi non rimarrebbero altri spazi o margini di manovra con l’Ue. Sullo sfondo, l’Eurogruppo e l'Ecofin del 21 e 22 giugno a Lussemburgo, quando la risoluzione parlamentare sul Def dovrebbe già essere stata approvata.


    Immagine Post
    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 next last Pagine Totale: 217   

capabarra21lg.gif

LE TUE MANI

Grande è la gioia che provo quando posso stringere le tue mani.
Sento esprimere tutte le cose che non mi hai mai detto,
sento che ancora mi vuoi bene,
anche se non te l'ho mai chiesto.
Nelle tue mani ho messo il mio cuore
e tutto l'amore vero e sincero.
Il tempo è passato ma il mio sentimento non è mai cambiato è ancora forte e vivo.
Spero ancora di stringere le tue mani,
sentire che col pensiero mi sei vicina.
Ti prego! non negarmi la gioia di un tuo saluto
e la speranza che un giorno non lontano,
ancora io possa stringere le tue mani.

capabarra39ec.gif e-mail0.gif posta.jpg