Add to del.icio.us Digg! Share on Facebook Reddit! Stumble it! Share on Twitter
Condividi: facebook twitter

Bacheca del sito

La Bacheca del sito di TopGan da dove potete vedere quello che succede nel sito e potete postare quello che pensate e pubblicare i vostri articoli, annunci tutto gratuitamente.

Può Pubblicare Articoli o Messaggi solo un utente registrato.
Per Pubblicare un Articolo o Messaggio:
eseguire l'Accesso oppure creare un account.
  Annulla
  1. In data 11/10/2018 19:40:22 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Ultime pensioni 2019, precoci vs Salvini e il paletto ‘assurdo’ di quota 100


    Mentre la discussione sulla riforma pensioni procede costantemente tra le varie dichiarazioni di Elsa Fornero, Matteo Salvini, Luigi di Maio, e le ultime specifiche del ministro dell’economia Tria sulla Nadef che fanno intendere che la quota 100 con buona probabilità sarà solo una misura temporanea e sperimentale per il 2019, il Governo dovrà valutare se e come procedere; d’altro canto vi è anche chi come i precoci, ne hanno ‘piene le tasche’.

    Esausti delle tante dichiarazioni e slogan da campagna elettorale, avendo ormai ben compreso che l’abolizione della riforma Fornero non passerà per la quota 41, ma solo ed unicamente per la quota 100 con paletti: 38+62, chiedono al ‘Caro Salvini’ di lasciare da parte le bacchette magiche e di comprarsi piuttosto una bilancia. L’affermazione ironica, ma nemmeno troppo, è quella che ha fatto Roberto Sinesi, lavoratore noto al gruppo ‘lavoratori precoci uniti’, sotto ad un post sul profilo Fb del vicepremier, ecco gli ultimi aggiornamenti all’11/10.

    Pensioni anticipate quota 100 non basta, tutti contro?

    La cosa più grave dicono all’unisono sui social è l’aver vincolato la quota 100 ad un requisito anagrafico, un paletto assurdo, al più avrebbe dovuto pesare maggiormente quello contributivo. Non è possibile, dicono affranti che non si usi il buon senso, può un lavoratore che ha alle spalle già 41 anni andare in pensione dopo colui che ne ha lavorati 38 solo perché giovane? Ma che colpa ha commesso, se non essere andato a lavorare in giovane età, ed aver già sacrificato la propria vita? Possibile che sia così difficile, ripetono a più voce sui social, comprendere che per i lavoratori le priorità dovrebbero essere in quest’ordine: stop adv per tutti dal 2019, quota 41, ed alla fine, risorse permettendo, quota 100. Qui invece il Governo, dicono furibondi, fa tutto al contrario ,premiando in primis chi ha lavorato meno.

    Precoci contro Salvini: non serve la bacchetta magica, ma il buon senso

    Così scoppia la rabbia e sui social i lavoratori precoci stanno letteralmente invadendo i profili di Luigi Di Maio e dell’onorevole Matteo Salvini, si dicono basiti da tanto senso di ingiustizia nei loro riguardi, e delusi di aver riposto malamente il loro voto verso il Governo del cambiamento, che aveva assicurato giustizia. Così Roberto Sinesi provocatoriamente ha scritto sul profilo di Salvini e ci ha avvertito di averlo fatto in pvt, affinché ne dessimo il giusto risalto: Caro Salvini nessuno ti ha chiesto di avere la bacchetta magica è sufficiente che ti compri una bilancia così potrai capire che 38 non è maggiore di 41. Ti prendi un centinaio di sassolini tutti di ugual peso poi ne metti 38 da una parte e 41 dall altra ,poi capirai dove pende la bilancia”. Cosa ne pensate delle parole del lavoratore precoce, le condividete o reputate che comunque quota 100, 62+38, sia un buon inizio per ‘smontare’ la Riforma Fornero?


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  2. In data 11/10/2018 18:54:32 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Portogallo, il nuovo paradiso dei pensionati italiani


    Portogallo Non solo il taglio delle tasse, ma anche una qualità di vita elevata. Così il Paese si sta trasformando da Cenerentola d’Europa a principessa, con un Pil in costante crescita.

    E nascono aziende gestite da italiani per favorire i flussi
    Destinazione Portogallo. Il paese piú occidentale d´Europa è infatti diventata la meta favorita di tanti pensionati, del nostro paese e non solo.

    Tranquillità, costo della vita e molto di più.
    Un’attrattiva formidabile è stata la decisione di detassare per dieci anni le pensioni dei cittadini stranieri che decidono di traferire la residenza in Portogallo.

    Un accordo bilaterale con l´Italia permette infatti al Portogallo di decidere il regime fiscale da applicare alle pensioni dei nostri connazionali che scelgono di vivere lí.

    La scelta portoghese è da qualche anno di concedere ai pensionati stranieri che fissano la residenza temporanea nel paese la sospensione di ogni tributo per un decennio.
    Per poterne usufruire si deve vivere in Portogallo minimo sei mesi piú un giorno ogni anno o avere un regolare contratto di locazione annuale (ma per il fisco italiano si deve comunque vivere piú di metà anno nella nuova residenza).

    Ovviamente c’è chi non ha gradito, nei paesi stranieri che vedono ogni anno centinaia di pensionati trasferirsi in Portogallo, con conseguente perdita di introito fiscale.

    Ma anche a Lisbona e dintorni: ai portoghesi che si lamentavano di avere le proprie pensioni sempre tassate, al contrario degli “ospiti”,

    lo Stato ha però dimostrato i vantaggi di una simile politica, pubblicando annualmente un resoconto sugli introiti fiscali derivati dalle spese fatte dai pensionati stranieri residenti e dallo sconto fatto sulle loro pensioni.

    Uno studio che presenta sempre, e abbondantemente, un saldo positivo per le finanze portoghesi.
    La regione preferita dai nostri connazionali è l’Algarve, nel sud del Paese. Da sempre meta preferita dei pensionati inglesi, per la vicinanza con la Gran Bretagna,

    lo è diventata ormai anche dei nostri che, incoraggiati dalle misure fiscali portoghesi, hanno scoperto una terra dagli inverni miti e dalle splendide spiagge

    Nell´Algarve sono così nate varie imprese che, gestite da italiani, si sono dedicate proprio ad accogliere i pensionati,

    offrendo servizi di aiuto sia nei procedimenti burocratici che nella scelta della località in cui vivere e anche della casa.

    Il Portogallo è un Paese in grande crescita, da Cenerentola d´Europa si sta trasformando rapidamente in principessa con una crescita del Pil sorprendente e una qualità della vita invidiabile.


    I pensionati sono indubbiamente attratti dalla possibilità di avere la pensione integrale ma,
    quando arrivano in Portogallo rimangono sinceramente colpiti da quello che trovano

    Un mix equilibrato di vari fattori che qui hanno saputo sfruttare al meglio: la pulizia, l’ordine, l’efficienza dei servizi, l’assenza di criminalità, organizzata e non, insomma tutto quello che in Italia promettono e non mantengono da decenni».

    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  3. In data 10/10/2018 07:22:46 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Trovata la Bibbia più vecchia del mondo. “Gesù non è mai esistito”

    Trema la Chiesa. In questi anni di miscredenza e ateismo diffuso, proprio da Gerusalemme giunge una notizia di certo non confortante: secondo il team di studiosi del professor White Walter è stata ritrovata la Bibbia più antica del mondo, il primo esemplare di testo sacro che parlerebbe chiaro e tondo: Gesù non è mai esistito.

    “Abbiamo effettuato l’esame del carbon-fossile sul testo. Si tratta di un esame specifico per constatare l’antichità del materiale e i segni che si è procurato durante il passare degli anni. Ovviamente, siamo sicuri si tratti della prima Bibbia mai scritta, quella che insomma, sarebbe stata dettata dalla bocca del Signore ai profeti. Ebbene, in questo libro, manca proprio la parte del nuovo Testamento come la conosciamo noi oggi. Si parla, invece, di un profeta di nome Alvaro, ancora sconosciuto il suo cognome, o come al tempo si diceva, secondo me. Tale Alvaro, sarebbe stato l’iniziatore del cristianesimo, giunto a noi con questo nome per via del tessuto “cristallino”, sempre pulito e come perfetto, indossato dal profeta. Ci troviamo di fronte al più grande errore della storia. Sembra incredibile, eppure è già tutto verificato. Ora stiamo analizzando le pagine a venire, ma secondo il testo, il profeta Alvaro sarebbe stato assunto in cielo senza esser morto, un po’ come pare sia accaduto per Maria, la madre del Cristo. Più che di una persona realmente esistita, abbiamo a che fare con una presenza spirituale, divina, una sorta di fantasma, mandato dall’Alto per cambiare il mondo. In effetti, stando a quanto racconta questa Bibbia, gli autori sarebbero stati portati a scrivere non di un personaggio reale, bensì di una presenza, come dire, virtuale, immateriale. Facciamo attenzione, quindi, le nostre certezze potrebbero essere ben presto spazzate via”.

    Una scoperta eclatante che tanto farà parlare nei prossimi giorni e forse nei prossimi secoli. E a questo punto cosa cambierà nel mondo ecclesiastico? Staremo a vedere


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  4. In data 08/10/2018 08:36:04 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Attenzione, l’EUropa è obbligata ad istigare un golpe in Italia entro fine 2018: ecco come e perchè


    L’EU è in crisi esistenziale. Soprattutto a causa delle enormi bugie dette in passato con il fine non di aiutare i vari paesi ad uscire dalla crisi ma piuttosto di perpetrare il potere in mano all’asse franco tedesco, con lo scopo di creare un mostro sovranazionale – l’EU – in grado di sostituirsi a termine agli USA in EUropa, asservendosi agli interessi dell’asse dominante. Un piano che data dalla fuga dei nazisti in Sud America 75 anni fa; la rivincita, come se fosse stato rinviato a tempi più propizi.

    Se non visualizzi il documento non si dispone di Adobe Reader o il supporto PDF in questo Web browser.
    Clicca qui per scaricare il PDF.


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Nessuno ha commentato questo post

  5. In data 07/10/2018 09:38:51 a pubblicato
    TopGan
    TopGan


    Condividi
    o
    Commenta
    Condividi.png

    Primo volo charter: la Germania riporta 40 profughi a Roma


    Attesi giovedì a Fiumicino Il Viminale: nessuna firma. Il rischio di una crisi

    L’arrivo del primo charter dalla Germania, con a bordo 40 migranti cosiddetti «secondari» respinti dal governo tedesco, è previsto all’aeroporto di Fiumicino giovedì prossimo, l’11 ottobre. Nonostante le smentite ufficiali del Viminale, un’intesa è stata dunque raggiunta. Adesso che la notizia è pubblica, però, bisognerà vedere cosa succederà nelle prossime ore. «Non farò favori elettorali alla Merkel», aveva detto il mese scorso Matteo Salvini all’ultimo vertice europeo sull’immigrazione.

    Se non visualizzi il documento non si dispone di Adobe Reader o il supporto PDF in questo Web browser.
    Clicca qui per scaricare il PDF.


    Mi piace
    OK
    Questo post piace a: 1 Persona/e
    1. TopGan

    Questo post ha prodotto un commento.

Pagine: pre 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 next last Pagine Totale: 233   

capabarra21lg.gif

LE TUE MANI

Grande è la gioia che provo quando posso stringere le tue mani.
Sento esprimere tutte le cose che non mi hai mai detto,
sento che ancora mi vuoi bene,
anche se non te l'ho mai chiesto.
Nelle tue mani ho messo il mio cuore
e tutto l'amore vero e sincero.
Il tempo è passato ma il mio sentimento non è mai cambiato è ancora forte e vivo.
Spero ancora di stringere le tue mani,
sentire che col pensiero mi sei vicina.
Ti prego! non negarmi la gioia di un tuo saluto
e la speranza che un giorno non lontano,
ancora io possa stringere le tue mani.

capabarra39ec.gif e-mail0.gif posta.jpg